Emergenza rifiuti, il carico si riversa su Bellolampo

4 luglio 2016

In riferimento alla gravissima situazione del conferimento dei rifiuti da parte dei Comuni dell’Area Metropolitana di Palermo, la Rap e i Comune di Palermo hanno dato la propria disponibilità a mettere a disposizione dei Comuni dell’Area Metropolitana l’impianto TMB di Bellolampo, unica struttura pubblica e in regola nel territorio della Sicilia. Tale disponibilità si accompagna per l’ennesima volta alla richiesta che la Regione realizzi finalmente un sistema di impianti che eviti il continuo ricorso a soluzioni di emergenza. Il sindaco Leoluca Orlando e il presidente della RAP, Roberto Dolce, hanno confermato negli scorsi giorni la possibilità di accogliere a Bellolampo, previo trattamento al TMB, altre 200 tonnellate di rifiuti al giorno provenienti dai comuni limitrofi e che già effettuano raccolta differenziata.

Ma anche a Palermo l’emergenza rifiuti comincia a farsi sentire: “Un cittadino mi segnala la presenza, ormai da giorni, di cumuli di immondizia. Mi accodo alle sue richieste e chiedo all’amministrazione di intervenire perché non è giusto che chi paga regolarmente la Tari debba soffocare tra i rifiuti e considerare il proprio impegno solo uno spreco di denaro”. Lo dichiara Luisa La Colla, consigliera comunale del PD. “Diamo una risposta – dice La Colla – a questo cittadino e a tutti coloro che ogni giorno sono costretti a vivere accanto a vere discariche a cielo aperto. Una situazione che con il caldo diventa ancora più insostenibile. I palermitani meritano una risposta. E subito”.
rifiuti“La RAP sta contribuendo ad affrontare nel migliore dei modi l’ennesima emergenza causata dal caos generale che regna a livello regionale per responsabilità certamente non nostre – ha affermato il sindaco Orlando  – e siamo certi che saprà essere all’altezza di un servizio che non era programmato, ma viene imposto da fattori esterni e che certamente sarà svolto con la massima dedizione e professionalità. Grazie ad un nuovo eccezionale impegno sarà possibile alleviare il peso della crisi su alcuni comuni dell’area, nella speranza che comunque presto la Regione esca da questa situazione di perenne emergenza”.

Secondo il capogruppo di Forza Italia all’Ars Vincenzo Figuccia Orlando e Crocetta sono corresponsabili “Sulla gestione dei rifiuti sono due facce della stessa medaglia. L’impasse sul nuovo piano rifiuti e la chiusura a 28 comuni della discarica di Bellolampo dimostrano i fallimenti di  entrambi. Orlando debutta da sindaco metropolitano stritolando i comuni ed impedendogli di scaricare i rifiuti a Bellolampo. Vadano a casa sia il presidente della regione che il sindaco di Palermo e la Sicilia starà certamente meglio”. 



Commenti

Post nella stessa Categoria