Termini Imerese mette a bando il servizio di gestione dei rifiuti

Termini Imerese mette a bando il servizio di gestione dei rifiuti
26 settembre 2016

Il comune di Termini Imerese si dirige verso l’affidamento tramite bando di gara del servizio integrato  di gestione dei rifiuti solidi urbani in città. L’appalto prevede tutte le fasi dalla raccolta allo smaltimento dei rifiuti, compreso spazzamento e diserbo delle strade urbane e extraurbane del territorio, raccolta di rifiuti differenziati e indifferenziati, il trasferimento agli impianti di destinazione finale e di trattamento, la raccolta dei rifiuti urbani pericolosi, lo svuotamento dei cestini gettacarte e la gestione del centro comunale di raccolta.

L’appalto comprende un unico lotto, ma è possibile il subappalto di alcune fattispecie da parte dell’azienda vincitrice della maxi gara con base fissata a 26 milioni di euro. 7 anni la durata prevista dalla gara d’appalto che verrà attribuita sulla base dell’offerta economicamente più vantaggiosa. La data di scadenza per il ricevimento delle offerte è fissata alle ore 13 del 28 ottobre prossimo, mentre giorno 7 novembre si passerà alla fase di apertura delle buste presentate.

Il comune di Termini Imerese, che da anni vive in uno stato di perenne emergenza rifiuti punta con questo bando ad obiettivi di rilievo: il servizio dovrà essere svolto ed organizzato prioritariamente con l’obiettivo di innalzare le percentuali di raccolta differenziata e consentire di raggiungere e/o superare gli obiettivi di base prefissati dalla norma, privilegiando nell’ordine la prevenzione della produzione del rifiuto, il riutilizzo dei prodotti e il riciclaggio di alta qualità, al fine di ridurre il quantitativo di rifiuti solidi urbani indifferenziati da avviare allo smaltimento finale. La separazione dei rifiuti dovrà essere attuata alla fonte, attraverso modalità di raccolta tendenti alla individuazione e separazione delle singole frazioni merceologiche. Il servizio dovrà tendere a conseguire gli obiettivi di raccolta differenziata (RD) ed a favorire, per come indicato nel Piano di Intervento dell’ARO, il recupero di materia stabiliti dalla vigente normativa e secondo obiettivi prefissati.

 

 



Commenti

Post nella stessa Categoria