Derby allo Sporting, il Cefalù Calcio non si presenta
La voce del giorno dopo

La voce del giorno dopo
27 febbraio 2017

voce del giorno dopoMusica e spettacolo sono gli ingredienti alla base delle serate carnevalesche. Adrenalina e passione che i ragazzi, protagonisti del calcio nostrano, trasmettono ogni settimana anche nei campi di calcio. E così è andato in archivio un altro, bellissimo turno di campionato.

Sua Eccellenza il Castelbuono tira fuori una prestazione eroica. Al Failla arriva il Nissa, e pure una terna arbitrale in giornata negativa. Nasca realizza il gol che vale la vittoria, ma protagonista assoluto è il portiere Fagone, che tiene a galla i suoi, che concludono la gara in nove, parando due calci di rigore. Con questa vittoria il Castelbuono diventa la quinta forza del campionato.

Nel girone B di Promozione non si fanno male Lascari e Real Finale. Fazio e Milano realizzano i gol che valgono l’1 a 1, prezioso per avvicinare le due compagini alla salvezza. Salvezza che torna ad essere un sogno raggiungibile per il Città di Gangi, che grazie alla rete di Brucato batte di misura il Sinagra, portandosi a +5 dal Bolognetta, ultimo, e a -6 dalla salvezza diretta. Ennesima sconfitta per il Geraci, che perde 1 a 0 in casa del Caccamo.

Colpo di scena in Coppa Sicilia. Dovevano affrontarsi, nel ritorno dei quarti di finale, Gangi Calcio e Cefalù Calcio, capolista rispettivamente dei gironi H e B di Prima Categoria, ma il Gangi ha aspettato invano il Cefalù, che non si è presentato e ha perso la gara a tavolino. Il Gangi Calcio si qualifica, così, in semifinale, mentre per il Cefalù continuano le polemiche (clicca qui per l’approfondimento).

Nel girone B di Seconda Categoria allungano il passo le prime due. L’Aspra vince 4 a 1 in casa del Colomba Bianca, grazie ai gol di Luigi Vasta, Nico Biancorosso e Manule Casano, oltre ad un autogol, mentre il gol della bandiera è realizzato da Campofelice. Il Sant’Anna supera per 2 a 0 il Finale e resta a -6 dalla vetta. Il patron Tommy Castronovo la racconta così: “Sabato abbiamo vinto una partita fondamentale per la corsa ai play off ed al secondo posto. Le inseguitrici non rallentano e la classifica dal secondo al quinto posto e’ ancora molto corta. Sapevamo che quella di sabato non sarebbe stata una partita facile ma molto insidiosa perche’ avevamo numerose assenze e perche’ l’ultima sconfitta in campionato risaliva proprio alla trasferta di Finale, inoltre la gara e’ stata disturbata da un forte e fastidioso vento. Loro un ottima squadra ed organizzata specialmente nella fase difensiva. La rete del vantaggio quasi allo scadere del primo tempo con Alberto Arena ha portato la gara dalla nostra parte e nel secondo tempo Mirko Spata l’ha chiusa definitivamente regalando ai ragazzi di Mister Angelo Tomasello la quarta vittoria consecutiva in casa senza subire reti ed il dodicesimo risultato utile senza conoscere sconfitta. Restano cinque i punti di vantaggio sulla Stella del Mare attualmente terza in classifica e sei da recuperare sull’Aspra che pero’ sta facendo campionato a se ed alla quale noi non guardiamo. Prima di osservare il turno di riposo affronteremo un’altra difficile gara in casa dello Sporting Termini, squadra anch’essa formata da molti giovani ed allenati da Mister Domenico Geraci che sta facendo un ottimo lavoro con i suoi ragazzi anche per loro come noi alla prima esperienza in Seconda Categoria”. Terzo posto della Stella del Mare che batte a domicilio il Pollina, costretto a schierare un’inedita difesa, per via di infortuni e squalifiche, che vede in Maurizio Fertitta, alla prima da centrale difensivo, baluardo invalicabile e migliore in campo. I gol sono realizzati da Zizzo e Palmisano per i termitani e da Gaglianello per i pollinesi. Pollina che rimane ultimo, e che con ogni probabilità si giocherà la salvezza pure col Collesano, che non sa più vincere e perde 2 a 1, in casa col Vis Solunto, quarto della classe. L’ultimo posto disponibile per i play off è occupato dalla Supergiovane Castelbuono, che si presenta in appena 12 uomini in casa del Real Trabia, rimonta dal 2 a 0 iniziale ma si fa raggiungere per uno scoppiettante 3 a 3. Per i “cinghiali” vanno a segno Gennaro e Giuliano Tumminello, oltre che un autogol, ma fa discutere il fatto che una compagine in piena zona play off si sia presentata praticamente senza panchina perchè molti giocatori hanno preferito festeggiare il Carnevale. Ma il big match si è disputato al Santa Barbara e ha visto lo Sporting Cefalù prevalere per 1 a 0 sulla Pro Loco Sant’Ambrogio. Un derby importantissimo anche per la classifica, visto che l’1 a 0 firmato Caccamo fa sì che lo Sporting abbandoni l’ultimo posto, mentre la Pro Loco viene agguantata in quinta piazza dal Castelbuono. Nota di merito per il portiere dello Sporting Bellino, che salva il risultato respingendo il rigore di Messina. Ai nostri microfoni il vice presidente dello Sporting Cefalù Alberto Citrano: “Siamo molto contenti delle ultime due partite vinte contro il Trabia e poi il derby. Il derby ha sempre un sapore speciale i ragazzi hanno dato il massimo per uscire da una situazione che si era fatta complicata. Abbiamo lasciato l’ultimo posto e abbiamo agganciato una posizione che ci dà un poco di tranquillità. Bella partita quella del derby giocata molto bene dai ragazzi di mister Pippo Glorioso che hanno meritato la vittoria finale anche se si è sofferto sino al fischio finale. La vittoria ha riportato entusiasmo nell’ambiente dello Sporting , adesso potremo affrontare il proseguo con maggiore serenità. Domenica altro scontro salvezza contro il Colomba Bianca che potrebbe portare la terza vittoria consecutiva in questo campionato”.

Nel girone C il campionato pare sia diventato corsa a due. Il Ficarra perde 1 a 0 in casa dell’Aluntina e si stacca dal duo di testa che, di contro travolge le rivali. Il Pettineo fa 5 a 0 col Fondachelli grazie ai gol di Scimone, Signorello, Tumminello, Di Girolamo e Pisano. La Castelluccese risponde col 4 a 0 sulla Fitalese firmato Viglianti (doppietta), Mammana e Tita.

Nel girone H brutta sconfitta per il Petralia Sottana, che perde 4 a 2 in casa del Campobello perdendo pure un’occasione importante per lanciarsi ai piedi della zona play off. Vince, invece, il Caltavuturo, che batte 3 a 2 l’Olimpica con i gol di Barberino, Raso e Siragusa.

Nel girone barcellonese di Terza Categoria il Mirto non si presenta a San Mauro, e così i locali agguantano in testa il Tortorici a una settima dallo scontro diretto del Sant’Ippolito.

 

Angelo Giordano



Commenti

Post nella stessa Categoria