Si temono scontri
G7 a Taormina, è massima allerta

G7 a Taormina, è massima allerta
26 maggio 2017

Al via oggi il G7 a Taormina, il vertice dei grandi del mondo che punterà i riflettori internazionali sulla Sicilia fino a sabato. Ieri sera è arrivato anche il presidente Usa Donald Trump, dopo essere atterrato all’aeroporto di Sigonella dove è stato accolto dalle autorità. Il Presidente e la First Lady sono poi saliti sull’elicottero presidenziale destinazione Taormina.

La città è ormai blindata da giorni: metal detector in ogni strada d’accesso, centinaia di telecamere fisse e mobili, comprese le body cam in dotazione agli uomini in borghese, negozi aperti ma deserti e badge di riconoscimento anche per i bambini. Le misure di sicurezza sono scattate già nella giornata di lunedì.

Settemila gli uomini, tra forze di polizia e militari, che presidiano ogni accesso alla città e ogni vicolo, così come le uscite dell’autostrada e le vie di Giardini Naxos, dove sabato è in programma la manifestazione dei No G7 ed è alta l’allerta scontri. I negozianti, preoccupati, hanno già provveduto a “blindare” le vetrine dei negozi con assi di legno contro il possibile assalto dei Black Block. I militari pattugliano anche la zona di mare compresa tra Taormina e Giardini.



Commenti

Post nella stessa Categoria