Noi con Salvini: “No ai migranti al Villaggio Himera”

26 August 2017

No ai migranti al Villaggio Himera, bene confiscato alla mafia. Gli esponenti termitani di Noi Con Salvini si sono schierati contro la decisione di ospitare richiedenti asilo presso la struttura, chiedendo invece che l’amministrazione comunale di Termini Imerese si impegni perchè il Villaggio confiscato a Cosa Nostra sia per legge destinato a fini produttivi, sociali e scolastici.

“Il Villaggio Himera confiscato alla ciminalità organizzata e ad un pericoloso esponente di Cosa Nostra e transitato dopo la confisca definitiva alla Agenzia Nazionale per i Beni Confiscati – ha detto Caputo – non può essere destinato a sede di sistemazione per immigrati e deve rappresentare un polo culturale e turistico per Termini Imerese e per il vasto comprensorio oltre che sede di prestigiosi indirizzi scolatici. Ci batteremo con tutte le nostre forze perchè questo immobile, sottratto allo strapotere dei boss mafiosi, diventi un ulteriore volano di sviluppo e di crescita culturale e turistica per la nostra Città e per l’intero territorio”

migrantiLa dirigenza di Noi con Salvini ha nel consesso comunale l’appoggio del capogruppo Michele Galioto e dell’Assessore alla Cultura e Turismo Loredana Bellavia: “Sappiamo di avere al nostro fianco il Sindaco Francesco Giunta e l’intera Amministrazione comunale, oltre che l’intera imprenditoria locale. Su questi temi siamo certi – hanno aggiunto i tre esponenti di Noi con Salvini – che esiste una unanime convergenza. Destinare questo prestigioso immobile per ospitare migranti significa mortificare uno strumento importantissimo per la crescita di Termini Imerese.”

“Ecco perché – ha concluso Salvino Caputo – abbiamo chiesto al Coordinatore per la Sicilia Occidentale Alessandro Pagano di presentare una interrogazione al Ministero dell’Interno perchè vengano date assicurazioni che l’immobile verrà destinato esclusivamente per finalità di sviluppo imprenditoriale e culturale”.



Commenti

Post nella stessa Categoria