Presto il lancio della nuova Mercedes Classe G

Presto il lancio della nuova Mercedes Classe G
16 gennaio 2018

Carro armato di lusso

Non lasciatevi ingannare dall’aspetto. Se è vero che la nuova Mercedes Classe G è molto simile alla precedente – i tecnici tedeschi non potevano che restare fedeli al look originale – è altrettanto vero che è del tutto inedita. Riprogettata da zero, La seconda generazione della fuoristrada della Stella, pur ricalcando da vicino quelle forme e quello stile che la contraddistinguono dal lontano 1979, anno in cui esordì sui mercati, sfoggia oggi tecnologie all’avanguardia.

In collaborazione con AMG. Partiamo dal pianale: la nuova Mercedes Classe G adotta ancora un telaio a longheroni, ma l’uso diffuso di alluminio e acciai altoresistenziali le hanno permesso di risparmiare in media 170 kg di peso e, allo stesso tempo, di raddoppiare la rigidità torsionale. Cresciuta nelle dimensioni esterne (+5,3 centimetri in lunghezza, addirittura +12,1 in larghezza), la 4×4 tedesca raggiunge ora i 4,82 metri e, su strada, ha una sagoma davvero imponente. A livello di sospensioni monta un avantreno a schema a bracci trasversali e un retrotreno con assale rigido, quattro bracci longitudinali e barra Panhard. Per garantire un miglior feeling nella guida su asfalto, Mercedes ha chiesto l’intervento della divisione sportiva AMG, che si è occupata della messa a punto generale. L’auto, che adesso adotta un servosterzo elettrico – in questo modo ha potuto adottare una serie di dispositivi di ausilio alla guida – migliora anche le prestazioni in fuoristrada. Con un altezza da terra di 27 cm, ha una capacità di guado di 70 cm (+10 rispetto alla precedente), angoli d’attacco e di uscita rispettivamente di 31 e 30 gradi e la possibilità di affrontare pendenze anche del 100%.

Abitacolo a doppio schermo. La nuova Classe G fa un bel passo in avanti anche

dentro, proponendo un ambiente curato e moderno, realizzato con rivestimenti di ottima fattura e una grande cura del dettaglio. Basta guardare i due monitor da 12”3 presenti sulla parte alta della plancia per capire che non si è lesinato né in termini di qualità né in termini di tecnologia. Come sulla Classe E e sulla Classe S (che propongono la stessa soluzione) quello di sinistra, dietro il volante, raccoglie la strumentazione, mentre quello al centro mostra il menù di controllo del sistema di infotainment, che si comanda sia dai pulsanti al volante sia dal touchpad posto sul tunnel centrale. L’auto, cresciuta anche a livello di passo, offre tanto spazio per tutti gli occupanti. Per quelli anteriori, in particolare, ci sono in opzione i sedili Multicountour: oltre alle regolazioni elettriche hanno sistema di riscaldamento e ventilazione e funzioni di massaggio.

Si parte con il biturbo. Inizialmente la nuova Mercedes Classe G sarà offerta nella sola versione G500, spinta dal V8 4.0 biturbo da 422 CV di potenza e 610 Nm di coppia, disponibili costantemente tra i 2.000 e i 4.750 giri. L’auto, dotata di serie di cambio automatico 9G-Tronic di ultima generazione, avrà la trazione integrale con tanto di tre differenziali autobloccanti e riduttore. Attraverso un apposito selettore permetterà di scegliere tra diverse modalità di guida: Comfort, Sport, Eco, Individual e G-Mode (da usare nei passaggi offroad più impegnativi). Al momento sono stati svelati solo i prezzi di listino per la Germania, dove costa 107.000 euro.

In collaborazione con revup.it



Commenti

Post nella stessa Categoria