Giornata epocale per Cefalù

Giornata epocale per Cefalù
3 giugno 2018

Furono considerati i pionieri del turismo quando ” i francesi del Club Mediterranee”, nel lontano 1957, decisero di investire sulla cittadina normanna costruendo quello che era il “Village Magique”. Oggi ufficialmente il Club Med ha riaperto i battenti, dopo una ristrutturazione costata circa novanta milioni di euro, portando nuovamente Cefalù alla ribalta del turismo internazionale. La città di Ruggero, entrata a far parte del circuito Unesco, potrà vantare, grazie alla nuova apertura, il primo Exclusive Collection Resort dell’intero bacino del Mediterraneo.

“Club Med si trova ad essere ora, come sessanta anni fa, pioniera nel turismo – ha detto Henri Giscard d’Estaing presidente del gruppo – le prenotazioni, che arrivano già all’ottanta per cento della capacità ricettiva della struttura, ci fanno guardare al futuro con ottimismo, attendiamo ospiti da tutto il mondo e Cefalù saprà come accoglierli”.

Tra gli ospiti istituzionali gli assessori regionali Pappalardo, La Galla e Armao, il presidente dell’Ars Gianfranco Micciché, che ha fatto presente che spetterà alla politica risolvere il problema degli ex dipendenti, che hanno inscenato un’azione di protesta davanti all’ingresso del resort, perché non riavviati al lavoro nella nuova struttura, il sindaco di Cefalù, Rosario Lapunzina e il nuovo vescovo della diocesi Giuseppe Marciante che ha lanciato un monito che vuole anche essere un messaggio di speranza. “Il mio compito è quello di portare la benedizione alle nuove strutture – ha detto Marciante – ma le benedizioni vanno guadagnate affiancando al benessere del corpo quello spirituale e solo chi dà lavoro può certamente dire di aver raggiunto il benessere dello spirito. Occorre dunque che vengano prese in considerazione le istanze di chi il lavoro lo ha perso”.

Nei prossimi giorni il nuovo resort andrà a regime, sarà dunque un vanto per la Sicilia e per Cefalù. Bisognerà soltanto comprendere se la cittadina normanna sarà pronta a invertire la sua rotta fornendo i servizi adeguati e innovativi che l’industria turistica del terzo millennio richiede.



Commenti

Post nella stessa Categoria