Riforma ATO rifiuti, commissione approva DDL

Riforma ATO rifiuti, commissione approva DDL
14 novembre 2018

La quarta Commissione dell’ARS ha approvato stamattina il testo del disegno di legge per la riforma degli ambiti territoriali e la gestione integrata dei rifiuti.

“Questa legge – afferma Marianna Caronia – getta le basi per una migliore gestione del ciclo dei rifiuti, aumentando la differenziata ed avviando la fuoriuscita da una situazione di crisi; si innesca finalmente quel circuito virtuoso che può trasformare i rifiuti da un problema in una risorsa per le nostre comunità.”

“Anche in questa ottica – prosegue la presidente del Gruppo Misto – la Commissione ha accolto i miei emendamenti con cui è stato ampliato il bacino di lavoratori cui attingere per le necessità del servizio.”

È stato infatti previsto che siano coinvolti anche i lavoratori delle SRR e delle Cooperative che sono state coinvolte a vario titolo nella gestione dei rifiuti, nonché i lavoratori interinali e quelli che provengono dai consorzi oggi in liquidazione. “Si tratta di centinaia di figure professionali – afferma Caronia – senza le quali negli anni si sarebbero interrotti i servizi. Mantenere questi lavoratori nel bacino dei servizi legati alla gestione dei rifiuti servirà a dare continuità ai servizi stessi e per questo la Commissione ha redatto un testo che mette finalmente ordine in questa materia”.

“Il ddl che riforma la gestione dei rifiuti in Sicilia, approvata oggi in Commissione Ambiente, è un risultato importante reso possibile grazie alla competenza dell’assessore Pierobon che in questi mesi sta lavorando per rendere l’intera materia delle politiche di igiene ambientale adeguata alle norme comunitarie e agli standard di efficienza del sistema della raccolta differenziata, riciclo e smaltimento dei rifiuti. Lo afferma Eleonora Lo Curto dall’Assemblea regionale siciliana.

“Questa riforma – continua la capogruppo dell’Udc – è la sintesi di un lavoro condiviso a cui tutte le forze politiche hanno contribuito grazie all’atteggiamento di responsabile attenzione mostrato dall’Assessore nei confronti delle proposte delle opposizioni che hanno trovato in Pierobon un interlocutore assolutamente preparato, qualificato e competente. Ci sono tutte le condizioni, ora, per porre la Sicilia al passo con le regioni virtuose. I primi segnali che arrivano sull’incremento della raccolta differenziata nell’Isola sono già un buon punto di partenza per applicare la legge che il parlamento regionale si appresta a votare.

Questo è certamente il Governo delle riforme importanti, e questa legge disegna un modello virtuoso che permetterà alla Sicilia di uscire dall’emergenza e di innescare un percorso efficace anche ai fini del pieno coinvolgimento dei Comuni che comunque dovranno potenziare il sistema della raccolta differenziata e raggiungere i risultati fissati dalla legge. La riforma garantisce il personale, anche quello precario, e le realtà virtuose del nostro territorio che non dovranno più pagare i costi dovuti al malgoverno del settore. Attendiamo, e sono certa che è in arrivo, il Piano regionale dei Rifiuti per potere brindare all’inizio
di una nuova stagione che, come ama dire il nostro presidente Musumeci, porterà la Sicilia alla normalità”.

 



Commenti

Post nella stessa Categoria