Calcio, Castelbuono: verdetto nefasto dopo l’aggressione all’arbitro

28 novembre 2018

Squalifica per Calvaruso e sconfitta a tavolino per il Castelbuono

Pesante il verdetto emesso dal Giudice Sportivo Pietro Accurso dopo i fatti del match tutto madonita tra Geraci e Castelbuono nel campionato di Eccellenza. L’arbitro di gara Lipari di Trapani era stato aggredito da uno dei calciatori in campo. In seguito all’episodio la società direttamente interessata, il Castelbuono, aveva smentito ma alla fine è arrivata la squalifica per Carlo Calvaruso fino a giugno 2020 e la sconfitta a tavolino per0-3.

Al minuto 43 del secondo tempo Calvaruso, delle fila della Polisportiva Castelbuono, è stato espulso per doppia ammonizione ma prima di lasciare il campo di gioco si era rivolto in modo irriguardoso nei confronti dell’arbitro, finendo per aggredirlo: “lo afferrava per l’avambraccio sinistro – si legge nel comunicato ufficiale – stringendolo e provocando temporaneo dolore e, ancora, ne afferrava la mandibola stringendola con forza, arrecando forte dolore e malessere psico-fisico tale da non consentirgli la prosecuzione della gara che, pertanto, veniva definitivamente sospesa”.

L’arbitro si era recato poi presso un Presidio Ospedaliero dove veniva refertato con una prognosi di un giorno. Considerati i fatti, il giudice ha condiviso la scelta di sospendere la gara e ha sancito la responsabilità della Società Pol. Castelbuono per quanto addebitabile al proprio calciatore. Nella delibera si legge la punizione sportiva della perdita della gara per 0-3 e la squalifica a danno di Calvaruso fino al 30 giugno 2020 per condotta scorretta.



Commenti

Post nella stessa Categoria