Falli in erezione come percorsi, lo stimolo per una appassionata di running

Falli in erezione come percorsi, lo stimolo per una appassionata di running
18 gennaio 2019

Ci sono modi e modi di fare jogging: c’è chi esce di buon mattino, chi sfida le intemperie, chi privilegia i litorali e poi c’è chi ogni giorno sa che dovrà ricreare l’immagine di un fallo per i suoi follower.

Da tre anni a questa parte, una runner di 33 anni del New Jersey corre lungo percorsi che alla fine restituiscono la forma di un pene sull’app utilizzata come mappa. Il suo account Instagram, @dick_run_claire ha raggiunto i 15 mila seguaci dopo che la ragazza ha raccontato la sua iniziativa creativa a una rivista. Lei si chiama Claire e confessa che tutto ciò è iniziato casualmente, quando, durante una corsa di chilometri si era persa a Kansas City e, ritrovata la posizione grazie al GPS, si era accorta che correndo aveva tracciato una mappa identica a un pene in erezione.

Oggi, scorrendo il suo feed, si possono trovare tutte le mappe con varie forme richiamanti sempre la stessa immagine: ci sono varie forme e dimensioni, alcune sono ricche di dettagli, con tanto di testicoli, glande e quant’altro, mentre l’autrice definisce la cosa «una strana dipendenza», puntualizzando però che la sua vera passione resta la corsa, e «disegnare cazzi giganti sulle mappe cittadine è solo uno stimolo».

Sofia D’Arrigo



Commenti

Post nella stessa Categoria