La Cephaledium si gode il suo golden boy, le parole di Danny Mocciaro

La Cephaledium si gode il suo golden boy, le parole di Danny Mocciaro
5 febbraio 2019

Ci sono momenti, nell’arco di una stagione, che diventano decisivi, che restano impressi nella memoria quando, a fine campionato, vanno a tirarsi le somme. E’ il minuto 78 di Cephaledium-Acquedolcese quando dal centro dell’area di rigore svetta più in alto di tutti l’ultimo entrato. Una capocciata precisa, che si infila dove il portiere ospite Di Martino non può arrivare. E’ l’apoteosi, è il gol che corona la rimonta perfetta e che vale vittoria e allungo sulla seconda della classe, l’Acquedolci, che perdendo rimane attardata di 6 punti. Quel numero 19 è un cefaludese doc, un ragazzo che con sacrificio ed umiltà si è ritagliato uno spazio importante all’interno di una corazzata, che probabilmente ha nell’attacco il suo fiore all’occhiello. Anche grazie a Danny Mocciaro.

Quarto gol stagionale, probabilmente il più pesante. Cosa hai provato vedendo insaccarsi il pallone?
Quando il pallone ha superato la linea ho provato una gioia immensa, la mia più grande emozione calcistica.

Ti sei calato perfettamente in questa realtà e in questa categoria. Pensavi di poter diventare subito tra i protagonisti della Cephaledium?
Inizialmente non pensavo di poter essere uno dei protagonisti perché in rosa ci sono attaccanti con molta più esperienza di me, però con il passare del tempo, allenandomi sempre al massimo, ho avuto la certezza che anch’io potesi dare il mio contributo alla squadra.

Allenarsi con giocatori del calibro di Giampiero Clemente è un lusso di non poco conto. Cosa ti ha colpito di più del vostro capitano e quali “trucchi” stai apprendendo.
Le qualità tecniche del nostro capitano già le conoscono tutti ma la cosa che mi ha impressionato di più è la sua leadership che trasmette a tutti noi.

Più 6 sulla seconda, può già considerarsi una fuga?
Dobbiamo pensare partita dopo partita, perché nessun match è facile e solo alla fine tireremo le somme.

Molti cefaludesi nella Cephaledium. Cosa significa per voi indossare questa maglia?
Per me indossare questa maglia è un onore, ho sempre giocato per la mia città e insieme ai miei compagni voglio portare Cefalú dove merita di stare.

Dove vuole arrivare la Cephaledium e dove vuole arrivare Danny Mocciaro?
Faremo di tutto per vincere questo campionato poi in futuro si vedrà. Per quanto riguarda me penso solamente ad allenarmi bene ed imparare tanto dai miei compagni con più esperienza di me.

Voglio ringraziare infine i nostri black boys che ci seguono ogni partita e ci incitano sempre!

Angelo Giordano



Commenti

Post nella stessa Categoria