Boccone amaro per un ladro

Boccone amaro per un ladro
6 febbraio 2019

La Polizia di Stato ha eseguito un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Termini Imerese a carico di Gabriel La Scala Anderson, 34enne cefaludese di origini brasiliane, autore di un furto commesso a Cefalù, in un appartamento e per questo condannato in via definitiva.

Le indagini

Il giovane era noto nella cittadina normanna per le sue intemperanze tanto da essere “attenzionato” dagli agenti del Commissariato P.S. di “Cefalù”; fatale per lui era stata l’ultima “scorribanda” messa a segno nell’agosto del 2013 all’interno di un appartamento di quel centro cittadino: il giovane malvivente, all’epoca 28enne, dopo aver depredato un appartamento, facendo razzia di preziosi per un valore di circa 16.000€, si era soffermato a banchettare all’interno di un magazzino di pertinenza dell’abitazione, trangugiando bevande e generi alimentari trovati sul posto.Tale sfrontatezza gli era costata; i poliziotti, infatti, dopo aver avviato le indagini del caso, confortati dall’esito delle analisi tecnico-biologiche sui resti organici del “banchetto” e da ulteriori riscontri investigativi, avevano chiuso il cerchio sul ragazzo che, nel frattempo si era reso irreperibile. Successivamente, attraverso mirati servizi e controllando per alcuni giorni i luoghi solitamente frequentati dal giovane, sono riusciti a rintracciarlo a bordo di un motociclo, poi risultato rubato e sotto il cui sellino sono stati rinvenuti diversi monili e preziosi frutto della sua scorribanda. Per tali fatti il giovane è stato poi condannato in via definitiva e nei suoi riguardi è stato emesso l’odierno Ordine di Carcerazione.

L’ordine di carcerazione

Il 34enne è stato, pertanto, rintracciato, tratto in arresto e condotto presso la Casa Circondariale “Cavallacci” di Termini Imerese, dove dovrà scontare poco più di sei mesi di reclusione.



Commenti

Post nella stessa Categoria