Ore contate per gli evasori, a Cefalù si esternalizza il servizio di riscossione tasse e tributi

Ore contate per gli evasori, a Cefalù si esternalizza il servizio di riscossione tasse e tributi
6 febbraio 2019

Ci penseranno i privati a riscuotere tasse e tributi per conto del comune di Cefalù. Con una deliberazione di giunta dell’inizio del mese di febbraio, gli amministratori cefaludesi, guidati dal sindaco Rosario Lapunzina, hanno pensato di rendere più celere il servizio di riscossione delle molteplici tasse e tributi, compresa la tassa di soggiorno, che l’ente, suo malgrado, non riesce a incassare.

Evasori e furbi sono dunque avvisati, presto verranno individuati e perseguiti. A a chi si aggiudicherà l’appalto, che verrà assegnato con il criterio della offerta economicamente più vantaggiosa, spetterà il compito della riscossione coattiva a mezzo ingiunzione fiscale.

Di seguito un estratto della delibera:

La giunta delibera “Di dare mandato al Responsabile del Settore Tributi e Tasse, quale atto di indirizzo politico amministrativo, di predisporre ogni atto necessario per procedere, attraverso il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, all’affidamento in appalto del servizio di supporto alle attività di accertamento dell’evasione/elusione tributaria dell’IMU/TASI/TARI/ICP, COSAP e della riscossione coattiva a mezzo ingiunzione, per le annualità d’imposta dal 2014 al 2017, prevedendo un periodo di almeno 2 anni, nonché tutte le garanzie a tutela del Comune”.



Commenti

Post nella stessa Categoria