Gabriel La Rocca: “Mollare non è nel mio dna. A Ostia sfodereremo un’altra grande prestazione!”

Gabriel La Rocca: “Mollare non è nel mio dna. A Ostia sfodereremo un’altra grande prestazione!”
14 marzo 2019

Sabato si è reso protagonista assieme ai suoi compagni nel match disputato contro la Tombesi al palaTricoli. Instancabile lavoratore, partita dopo partita sta confermando una stagione ad altissimi livelli nonostante gli infortuni. Gabriel La Rocca ha già nel mirino la trasferta di Ostia.

Sabato ancora un’altra importante prestazione che conferma l’annata straordinaria che stai disputando nonostante da settembre acciacchi fisici vari non ti hanno abbandonato. Qual è il segreto delle tue straordinarie prestazioni sul parquet?
Siamo molto uniti tra noi compagni, lavoriamo l’un per l’altro e non ci facciamo mancare mai nulla. Se in partita manca qualcuno per infortunio o squalifica ognuno di noi sa che dovrà lavorare il doppio per non far sentire la mancanza del compagno. In questa stagione ho avuto un paio di infortuni, penso che altri si sarebbero arresi, ma la mia personalità, la mia mente e la professionalità che ho acquisito durante il percorso della mia carriera non mi ha fatto mollare un secondo. Con la frattura alla mano mi allenavo tutti i giorni con i ragazzi e dopo la partita di Prato dove ho avuto una distorsione al legamento collaterale, ho stretto i denti e non ho mai smesso di giocare anche se spesso il dolore che sentivo era molto forte. Voglio ringraziare i miei compagni di squadra, il mister e la società per tutto quello che fanno per me, ringrazio Dio, che possa guardarmi e proteggermi in futuro come fatto adesso durante la mia carriera.

Al rientro il Real sarà impegnato in trasferta sul difficile campo della capolista Todis Lido di Ostia, unica squadra finora capace di battervi in campionato. I laziali reduci dalla final Four di coppa Italia, mentre voi approfitterete di un turno di riposo per rifiatare e preparare al meglio la partita. Secondo te sono ingredienti fondamentali per cercare di prendersi l’appellativo di “ammazza grandi” dopo quello di “matricola terribile”?
Contro il Lido di Ostia sarà senza dubbio una partita bellissima, loro avranno tutto il peso della pressione dalla loro parte perché non possono permettersi di perdere punti essendo a quattro giornate dalla fine prime in classifica. Noi cercheremo di sfoderare l’ennesima grande prestazione di questo campionato non senza sacrificio, lavoro e umiltà che fino ad oggi ci hanno portato a disputare un campionato strepitoso. Per noi le soste non esistono, lavoriamo sodo tutta la settimana come sempre, l’unica differenza è che sabato prossimo non scenderemo in campo. Tutti insieme abbracciamo il credo del nostro mister che quest’anno ci ha portato grandi risultati, continuiamo così!

 

Foto: Giuseppe Greco.

Giacomo Lombardo
Addetto stampa
A.S.D. Pol. Real Cefalù Uniolympo

 



Commenti

Post nella stessa Categoria