Aeroporti di Sicilia a gestore unico, la proposta del Movimento 5 Stelle

Aeroporti di Sicilia a gestore unico, la proposta del Movimento 5 Stelle
22 marzo 2019

“Un disegno di legge di riforma del sistema aeroportuale siciliano che prevede l’attivazione di un ente gestore unico dei 6 scali aeroportuali siciliani, che elimini sprechi, frammentazione di linee, aumenti il potere contrattuale della Sicilia con le compagnie aeree e stoppi il tentativo di svendita a privati degli scali aeroportuali siciliani, costruiti con fondi pubblici e che potrebbero essere regalati ai privati anche per volontà del governo regionale Musumeci. In Sicilia dobbiamo puntare a 100 milioni di viaggiatori l’anno”.

A dichiararlo è la deputata regionale siciliana del Movimento 5 Stelle Stefania Campo che alla conferenza nazionale sul trasporto Aereo in corso in queste ore a Roma, dove ha presentato il primo disegno di legge che prevede un ente gestore unico per gli scali aeroportuali del territorio isolano. Insieme alla deputata Campo, erano presenti anche le portavoce Ars Valentina Palmeri, che ha relazionato sul tema della sostenibilità ambientale e la deputata Roberta Schillaci.

“La nostra riforma che è composta da 7 articoli – spiega Campo –  rende tutti e sei gli aeroporti siciliani in rete sinergica fra loro. Ciò avrebbe come primo risultato l’acquisizione di un enorme potere contrattuale da parte dell’Ente gestore della Rete stessa che, dipendendo dalla Regione Siciliana, avrebbe obiettivi sociali e di incremento del flusso non legati alla speculazione e alla massimizzazione dei profitti, magari a discapito, come accade oggi, soprattutto dei siciliani stessi. Auspico che questo disegno di legge – conclude Campo – venga al più presto calendarizzato in Aula all’Ars”. Intanto i prossimi giorni, il DDL sarà presentato anche in Sicilia lunedì 25 marzo a Catania alla presenza tra gli altri, del Ministro dei trasporti e delle Infrastrutture Danilo Toninelli.



Commenti

Post nella stessa Categoria