Furbetti del cartellino, parla il sindaco Cicero: “Bisogna difendere l’immagine di Castelbuono”

Furbetti del cartellino, parla il sindaco Cicero: “Bisogna difendere l’immagine di Castelbuono”
12 aprile 2019

Si pronuncia anche il sindaco di Castelbuono Mario Cicero, dopo il blitz di ieri dei Carabinieri della compagnia di Cefalù che hanno dato esecuzione a diversi provvedimenti cautelari nei confronti di alcuni impiegati pubblici del comune madonita.

Spera che gli impiegati del comune che amministra risultino estranei alle vicenda: “L’Amministrazione adotterà tutti gli atti amministrativi di competenza per difendere la propria immagine – scrive in una nota – Nel pieno rispetto dell’attività giudiziaria avviata dalla Procura della Repubblica di Termini Imerese nonché di quella investigativa dei Carabinieri, l’Amministrazione comunale auspica che i dipendenti coinvolti in questa triste vicenda che ha colpito il Comune di Castelbuono possano dimostrare la loro estraneità ai fatti”.

Intanto arriveranno le valutazioni interne che giudicheranno i soggetti coinvolti e le relative inadempienze: “L’Amministrazione comunale comunica che il Segretario Generale – continua – ha attivato le procedure disciplinari previste dalla vigente normativa e dai Contratti di lavoro e pertanto, già domani, sono stati convocati i componenti dell’Ufficio Provvedimenti Disciplinari per esaminare e valutare le singole situazioni contestate e l’irrogazione delle relative sanzioni”.

Cicero ribadisce infine che se i fatti dovessero essere accertati, non resterà che difendere l’immagine di Castelbuono e l’efficienza della macchina amministrativa del Comune. “Siamo certi che la nostra comunità, riconosciuta a livello internazionale come comunità laboriosa, onesta e operosa – conclude – non sarà offuscata da questa triste vicenda”.



Commenti

Post nella stessa Categoria