Polizzi su Open, anche il giornale di Mentana racconta la protesta

Polizzi su Open, anche il giornale di Mentana racconta la protesta
24 aprile 2019

Una frana e l’isolamento. Sono trascorsi 13 anni, ma Polizzi Generosa resta ancora appesa alle proprie sommità. Poco più in là, Piano Battaglia, croce e delizia di un territorio che vorrebbe puntare in alto, crescere e vedere tutto intorno vita e opportunità.

Quanto è stato faticoso però, anche quest’anno, salire su quegli impianti sciistici? L’apertura in extremis, i turisti della domenica, i pranzi rimasti appesi pure quelli, perché la neve (o i mezzi spalaneve?)  ha impedito agli autobus di raggiungere la località e le locande. Ce le ricordiamo le contusioni, gli interventi del Soccorso Alpino e i buzzurri che dalla città improvvisavano le loro imprudenti scivolate.

Eppure qualcuno pensa davvero di trovare La Mecca qui, ci ricordiamo infatti gli annunci dei politicanti di turno su Piano Battaglia, ma la realtà è altra: mancano le strade. Lo sa Giuseppe Lo Verde, il sindaco di Polizzi, e lo sanno anche i polizzani, che 13 anni sono sempre più un eufemismo per dire “per sempre”. La realtà, dicevamo, però è altra, è quella che quotidianamente vive la gente a bordo delle proprio auto, su una strada che oggi c’è e domani resta chiusa, per una frana.

Quando hai bisogno di aiuto, chiami l’organo preposto a dare una mano e se non risponde, ti puoi organizzare da solo o restare appeso. Per questo sono entrati in azione i camion delle ditte locali a spalare la terra, a riparare i buchi, a lavorare  – gratis – perché sta diventando normale quello che normale non è stato mai. E la realtà suona ancora altra: non manca il lavoro, manca la normalità del lavoro.

Adesso lo racconta anche Open, il giornale fondato da Enrico Mentana per dare spazio a quei giovani che non hanno avuto le sue stesse opportunità di intraprendere la carriera giornalistica. Loro stanno dando spazio alla realtà, come decine di altre testate ed emittenti nazionali, blasonate e non. Raccontano la croce di un territorio, gridano a gran voce il bisogno di altre opportunità.

 

 

Sofia D’Arrigo



Commenti

Post nella stessa Categoria