Al via anche la Targa Florio storica

Al via anche la Targa Florio storica
8 maggio 2019

Il tricolore dedicato alle leggende dei rally torna sulle Madonie, per il III round, lungo le strade della gara automobilistica più antica del Mondo

Il Campionato Italiano Rally Auto Storiche sbarca nuovamente in Sicilia per la 103a edizione della Targa Florio Historic Rally. La gara organizzata dall’AC Palermo in collaborazione con l’Automobile Club d’Italia andrà in scena venerdì 10 e sabato 11 maggio facendo base a Termini Imerese. La corsa automobilistica più antica del Mondo offrirà quindi il palcoscenico al terzo round per le due massime serie nazionali rally. Nel week end di gara insieme al CIRAS, come per le recenti edizioni, ci sarà anche il CIR oltre alla Coppa Rally Zona (8^ Zona) e al Campionato Italiano Regolarità a Media. Le Auto Storiche scalderanno i motori venerdì mattina nello shakedown, mentre lo start è atteso dalle ore 16.00 a Palermo in Piazza Giuseppe Verdi. Il percorso della Targa Florio si conferma tra i più intensi e selettivi del panorama nazionale. Quest’anno ritrova i passaggi sulle Madonie e ripercorre il piccolo, Medio e Grande Circuito, mentre il Targa Florio Village, con centro servizi ed il parco assistenza, sarà ubicato al Porto di Termini Imerese. Saranno 14 le prove speciali per circa 122 km di crono e quasi 500 km d’itinerario complessivo.

La Targa Florio sarà uno snodo importante per la stagione, al quale si presentano alcuni dei migliori protagonisti del tricolore Auto Storiche per provare a rilanciarsi in ottica di Campionato. Non poteva mancare con il numero 1, il più atteso dal pubblico siciliano, il pilota di casa Salvatore “Totò” Riolo. Il driver di Cerda vorrà bissare il successo del rally d’apertura al Vallate Aretine e ritrovare la vittoria alla Targa che manca nel suo palmares dal 2013, quando vinse tra le storiche sulla Porsche 911. Sarà chiamato al riscatto dopo il ritiro a Sanremo insieme Gianfrancesco Rappa sulla Subaru Legacy Gruppo A di 4° Raggruppamento. In molti proveranno a mettersi sulla sua corsa, tra i più quotati due avversari partecipanti al tricolore supportati dal Team Bassano. Attualmente 3° nella classifica di raggruppamento alle spalle di Riolo il veronese Nicola Patuzzo, insieme ad Alberto Martini, che proverà a migliorarsi dopo la buona prestazione nel Ponente Ligure sulla Toyota Celica GT Four. Quindi il driver biellese Edoardo Valente, alle note Jean Revenu, per fare un passo avanti in Campionato nel 4° Raggr. con la sua Legacy. Rientrano in corsa dopo lo start del Vallate Aretine altri due protagonisti del “quarto”, come Michele Poletti insieme Rossano Mannari su Renault 5 GT e Roberto Perricone affiancato da Alessandro Scrigna su Peugeot 309 GTI tra le 2000.

Avranno una motivazione in più i portacolori del Team di Domenico Guagliardo (vincitore nel 2015 sulla potente Gruppo B, ora preparatore). La squadra palermitana porterà alla ribalta la formazione di Porsche 911, l’uomo di punta sarà Angelo Lombardo. Nell’equipaggio siciliano con Giuseppe Livecchi, il giovane driver di Cefalù cerca conferme dopo la vittoria a Sanremo nel 3° Raggruppamento. Le altre 911 firmate Guagliardo saranno portate in gara dall’espero “Gordon”, sulla vettura di 4° raggr. dell’assente vincitore 2018 Elia Bossalini, dal bresciano Marco Superti al debutto stagionale nel 2° Raggruppamento insieme a Franco Granata. Quindi gli isolani Mauro Lombardo, padre di Angelo e Rosario Merendino, anche loro iscritti nel “Secondo” su 911.

Da seguire anche la prestazione nel 3° Raggruppamento di “Zippo”, alle note Nicola Arena, intenzionato a fare punti per riscattare lo sfortunato debutto stagionale in Toscana sulla Audi Quattro, ripartendo dai buoni risultati ottenuti in Liguria.

La Targa Florio rappresenta una grande opportunità anche per Antonio Parisi che vuole imporsi nel 1° Raggruppamento. Un successo sulla Porsche 911, con Giuseppe D’Angelo alla sua destra, lo rilancerebbe al comando della speciale classifica provvisoria.

 



Commenti

Post nella stessa Categoria