Cefalù, la differenziata che fa differenze (foto)

3 giugno 2019

La raccolta dei rifiuti è un problema che affligge parecchi comuni del palermitano. A Cefalù, stando alle parole pronunciate dal primo cittadino in una intervista, rilasciata al programma radiofonico “Scusi permette!”, ci sarebbero ulteriori lungaggini per l’assegnazione del servizio alla nuova ditta che dovrebbe occuparsi della raccolta.

“Non prima di settembre” ha riferito il sindaco. Ciò significa che turisti e cittadini dovranno affrontare la stagione estiva continuando a conferire i rifiuti presso le aree di raccolta presenti in città, posizionate nei luoghi più disparati e pericolosi del territorio cittadino e che, con molta probabilità, non sono proprio così ossequiose delle regole, ma non è questo che conta.

Siamo invece certi che siano proprio tutti i cittadini a recarsi presso le aree destinate alla raccolta dei rifiuti? Oltre agli indisciplinati, che praticano lo sport del lancio del sacchetto nelle scarpate, sembra esistano anche alcuni cittadini che invece godano di un “tacito” servizio di raccolta “porta a porta”. A segnalarcelo sono i nostri lettori.

Nella centralissima via Roma, alcuni condomini, sembrano usufruire di un servizio di raccolta differenziata eseguito porta a porta che invece, stando ai consigli e alle regole impartite dal “Rifiutologo”, vademecum distribuito dall’amministrazione, non dovrebbe esistere. Alcuni palazzi godono, infatti, di aree di conferimento, relative solo alla carta, alla plastica, al vetro e alle lattine, posizionate di fronte ai portoni.

Eh sì, è proprio il caso di dirlo, a Cefalù la raccolta differenziata, in alcuni casi, fa differenze. A prova di Rifiutologo!



Commenti

Post nella stessa Categoria