Sport e periferie, anche San Mauro e Lascari accedono al finanziamento

Sport e periferie, anche San Mauro e Lascari accedono al finanziamento
13 giugno 2019

E’ stata pubblicata la graduatoria del bando Sport e Periferie 2019 della Presidenza del Consiglio dei ministri, in merito al quale l’ANCI nella Conferenza Unificata del 6 giugno 2019, ha espresso parere favorevole.

Il suddetto bando, pubblicato il 15 novembre 2018 era finalizzato alla selezione di richieste di intervento da finanziare per l’anno 2019 nell’ambito del Fondo Sport e Periferie istituito dal DL 185/2015 con l’obiettivo, tra gli altri, di incrementare la sicurezza urbana attraverso gli investimenti sulle infrastrutture sportive. Al bando –dichiara l’Amministratore Unico Alessandro Ficile – potevano presentare domanda di contributo per il finanziamento degli interventi i comuni, le istituzioni scolastiche di ogni ordine e grado e gli enti no profit.  Gli ambiti di intervento erano relativi alla ricognizione degli impianti sportivi o alle loro realizzazione, specie in aree svantaggiate del Paese o nelle periferie urbane.

Potevano mirare alla diffusione di attrezzature sportive con l’obiettivo di rimuovere gli squilibri economici e sociali esistenti e infine, al completamento e adeguamento di impianti sportivi esistenti da destinare all’attività agonistica nazionale e internazionale. Tre i progetti integrati –continua l’Amministratore Unico Alessandro Ficile- che il territorio è riuscito a posizionare utilmente nella graduatoria nazionale e quindi sono stati finanziati e che andranno ad arricchire ulteriormente la dotazione impiantistica nelle Madonie e che vanno ad aggiungersi ai diversi interventi in fase di realizzazione in altri comuni.

Il comune di San Mauro Castelverde aveva richiesto interventi urgenti di riqualificazione e messa in sicurezza delle strutture sportive esistenti: campo di calcio, campo da tennis, locali e spazi di accesso. 420.000,00. L’impianto è ubicato in contrada S. Ippolito, distante circa tre km dall’abitato, risulta di proprietà comunale, la sua realizzazione risale ai primi anni 80 e comprende un campo di calcio in terra battuta, un campo da tennis in conglomerato cementizio ed un edificio destinato a spogliatoi e servizi. Allo stato attuale, viene utilizzato soltanto il campo di calcio, seppur in precario stato di conservazione, dalla locale squadra “S. Mauro calcio” che milita nel campionato dilettantistico regionale di seconda categoria. Il progetto –dichiara il sindaco Giuseppe Minutilla– consentirà di rifunzionalizzare l’impianto sportivo e di adeguarlo alle norme e direttive in materia di edilizia sportiva, igienico-sanitarie e di sicurezza nonché a renderlo accessibile anche ai diversamente abili.

A Lascari si potranno avviare lavori di ampliamento e pratiche discipline sportive da realizzarsi nell’ impianto sportivo polifunzionale. Con il progetto –dichiara il sindaco Giuseppe Abbate– andremo a realizzare un enorme salto di qualità nell’ampliamento dell’offerta sportiva dell’impianto esistente aprendolo ad altre discipline sportive quali gioco calcio a 11, salto in lungo e triplo, salto in alto, salto con l’asta. Inoltre l’impianto sarà adeguato per la pratica sportiva da parte di soggetti disabili: a tal proposito è stata già stipulata una convenzione con il Comitato Italiano Paraolimpico per l’espletamento delle varie discipline.

Pollina ottiene di poter ristrutturare il campo San Giuliano sito a Finale con una somma di 500.000,00. L’intervento –dichiara il Sindaco Magda Culotta– ha per oggetto la trasformazione del campo di calcio da terra battuta in erba artificiale di ultima generazione prevedendo la relativa tipologia di sottofondo con drenaggio orizzontale. L’intervento consentirà di ampliarne l’utilizzo sia sotto il profilo stagionale che per quanto riguarda il target di utenza ed andrà ad arricchire ulteriormente La dotazione impiantistica dell’area.



Commenti

Post nella stessa Categoria