Sorpreso a bruciare cavi di rame, i Carabinieri arrestano giovane incensurato

Sorpreso a bruciare cavi di rame, i Carabinieri arrestano giovane incensurato
21 giugno 2019

La scorsa notte i carabinieri hanno tratto in arresto un giovane per combustione illecita di rifiuti e ricettazione.

S.d. 19enne palermitano è stato sorpreso, insieme ad altri soggetti, che sono riusciti a scappare, mentre stava bruciando alcuni cavi di rame in zona rurale. I militari insospettiti dalla fitta coltre di fumo si sono avvicinati alla zona ed hanno trovato 3.000 kg di rame ancora stipati su due furgoni e 1.500 kg già bruciati.

Tutto il materiale è stato posto sotto sequestro, sono tuttora in corso accertamenti per identificare i complici dell’arrestato. L’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto con rito direttissimo e disposto l’applicazione della misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria. I fatti si sono verificati a Belmonte Mezzagno.



Commenti

Post nella stessa Categoria