Le Madonie ospitano un festival che parla di benessere

Le Madonie ospitano un festival che parla di benessere
16 luglio 2019

Sviluppare consapevolezza per uno stile di vita migliore è l’intento del Festival Ben-Essere, il 27 e 28 luglio a Casena Mongerrati (Collesano)

Si definisce custode della sua casa, Giusy Cicero, insegnante di yoga a Collesano (Pa). Non potrebbe essere altrimenti per chi conduce uno stile di vita in continua connessione tra il corpo (tempio per antonomasia), l’ambiente e la comunità.

Una profonda passione per la disciplina dello yoga l’ha condotta all’ideazione e alla organizzazione di un festival unico sulle Madonie: Ben-Essere.

Giunto alla terza edizione, l’evento vuole approfondire temi “generalmente elitari” ma che in realtà riguardano la libera scelta di quanti prediligono lo stare bene con se stessi e con la realtà circostante.

Il Festival, in programma nei giorni 27 e 28 luglio,  darà quindi modo ai partecipanti di ritagliarsi uno spazio esperienziale ma anche, di creare una rete di relazioni umane perché la necessità di essere si accorda con il bisogno di esprimersi e dunque di comunicarsi. Per conciliare queste esigenze accorre in aiuto la location: a ospitare la due giorni sarà infatti, il casale di Casena Mongerrati, a Collesano, luogo di pace immerso nel verde, messo a disposizione per l’occasione da Roberta Cicero.

A impreziosire l’evento nomi d’eccezione che si susseguiranno nella mattinata di sabato 27 luglio durante il convegno “Cibo, salute, sostenibilità: cambiare abitudini è possibile per una vita migliore”: a cominciare da Aurelio Angelini, docente di Sociologia dell’ambiente, Sociologia delle migrazioni, Ecologia presso l’Università di Palermo e

Grazia Sandra Invidiata, imprenditrice di un caseificio aziendale e fattoria didattica di Collesano. Ancora, Massimiliano Cerra, biologo nutrizionista, Francesco Pusateri, pediatra presso l’Ospedale Giglio di Cefalù e Barbara Franco, naturopata.

“L’intento è quello di sviluppare consapevolezza – racconta l’ideatrice Giusy Cicero – disseminare scelte alternative che fanno vivere meglio e circondarsi di belle persone, un po’ come è successo a me, che devo questo Festival ad amici come Carlomauro Maggiore, Valentina Portelli, Francesco Atanasio e Tiziana Marsala. Con loro condivido uno stile di vita, rappresentato dallo yoga, che più di ogni altra cosa è un mezzo, la mia ragion d’essere”.

Il programma del Festival prevede ancora la proiezioni di film-documentari con apericena, escursioni, massaggi olistici ed attività fisiche quali yoga, Feldenkrais, Pilates o Qi Gong. Per iscriversi è necessario contattare Onaimin Giusy Cicero ed essere inseriti in lista; la partecipazione ha un costo di 15 euro da pagare direttamente alla reception della struttura che include il brunch del sabato e l’utilizzo dei servizi e della piscina. La colazione, l’apericena all’ Area Mercatale del sabato e il brunch della domenica, non sono incluse nel prezzo.festival benessere

 

Sofia D’Arrigo



Commenti

Post nella stessa Categoria