Promozione turistica a due velocità: stand della regione siciliana abbandonato allo Smau

Promozione turistica a due velocità: stand della regione siciliana abbandonato allo Smau
24 ottobre 2019

Stand Regione Siciliana di accoglienza allo Smau Milano non presidiato che invece dovrebbe essere luogo di accoglienza e presentazione di startup selezionate  attraverso bando pubblico e che sempre all’interno dello Fiera, hanno delle postazioni.

Insomma manca il biglietto da visita per le imprese siciliane partecipanti sia con persona fisica sia anche con cartellonistica.

La polemica che vede coinvolta la Regione Siciliana ‘infuoca’ sui social, da facebook a twitter è un rimbalzare di immagini che raccontano banchi vuoti e nessuna presenza.

A denunciarlo è Alessandro Ardizzone siciliano di origini ma milanese di adozione che lavora nel settore del web marketing e dell’innovazione che proprio ieri da professionista e visitatore si trovava all’interno della Fiera.

“La Sicilia non si smentisce mai!” scrive Ardizzone in uno sfogo amaro

Con foto ha, dunque, denunciato quanto accedeva sottolineando come dietro ogni iniziativa di questo tipo si mettano in campo risorse che andrebbero ‘non spese a vuoto’.

“Sono stato ieri ed oggi – racconta a BlogSicilia Ardizzone –, a vedere quello che dovrebbe essere un presidio di accoglienza e introduzione alle postazioni delle start up. Lo trovo assurdo perchè quella dovrebbe essere una postazione di informazioni ed indirizzo e vederla vuota mi pare completamente assurdo”.

La Regione ha prontamente replicato di non essere informata di tale situazione anche su twitter, postando foto poco dopo di una persona presente nello stand. L’assessore all’Economia Gaetano Armao si è detto pronto ad occuparsi della vicenda.

Però è lo stesso Ardizzone a dirci che anche oggi visitando lo Smau ha notato lo stand sguarnito, quindi non si tratta di un caso fortuito che chiaramente necessità di risposte.

Ma non è stato solo Ardizzone a sottolineare l’assenza della Regione. In un tweet anche Danilo Mazzara

Di fatto, però lo scambio continua sui social e la sensazione resta quella di una presenza quantomeno a singhiozzo.

Si parla di innovazione, digitalizzazione, di start up insomma di tutto ciò che oggi rappresenta lo sviluppo ed il futuro prossimo venturo

Appare quantomeno singolare che una materia sulla quale la Regione dice di voler puntare attraverso un bando/manifestazione di interesse proprio sulle fiere di Milano e Berlino, poi si distragga nella loro gestione o quantomeno dia questa evidente sensazione a chi frequenta queste fiere.

 



Commenti

Post nella stessa Categoria