IL LICEO ARTISTICO CONSEGNA LO STEMMA DEL NUCLEO TPC DEI CARABINIERI

IL LICEO ARTISTICO CONSEGNA LO STEMMA DEL NUCLEO TPC DEI CARABINIERI
8 dicembre 2019

Giorno 6 dicembre, nell’Aula Magna della sede del Liceo Artistico dell’I.I.S.S. “Del Duca – Bianca Amato” di Cefalù, ha avuto luogo un importante incontro del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale dei Carabinieri di Palermo con gli studenti di alcune classi dei diversi indirizzi che compongono l’Istituzione Scolastica. L’incontro rientra nell’ampio progetto di legalità articolato in proposte per classi parallele che, snodandosi nell’arco di un quinquennio, offrono agli studenti la possibilità di conseguire una visione quanto più possibile ampia dei concetti di legalità, giustizia e cittadinanza, con competenze spendibili in ogni settore della vita sociale per una cittadinanza realmente attiva e partecipe, nella consapevolezza che “cittadini si diventa” solo con l’esercizio quotidiano dei valori di convivenza civile.

Dopo i saluti istituzionale e i ringraziamenti del Dirigente Scolastico, Professoressa Antonella Cancila, che ha sottolineato l’importanza dell’attività di questo speciale nucleo dei Carabinieri per il patrimonio culturale e artistico mondiale, il Luogotenente di Palermo, Angelo Giovanni Busciglio, ha illustrato ai numerosi alunni presenti la storia, l’organizzazione e le finalità della Tutela del Patrimonio Culturale, con riferimento agli interventi effettuati in Italia e all’estero, nell’ambito del traffico illecito di opere d’arte, di recupero di beni trafugati o di eventi distruttivi di beni patrimoniali.

Importante sottolineare come gli oggetti d’arte, che spesso possono subire devastazioni anche per cause naturali (basti pensare al terremoto nel Centro Italia e alla particolare situazione di Amatrice e delle sue chiese), vanno prima di ogni cosa recuperati e messi in sicurezza, per poi essere ricollocati possibilmente nei luoghi di origine, in quanto costituiscono spesso importanti simboli dell’identità di una comunità.

All’incontro ha partecipato, in rappresentanza del Sindaco e dell’Amministrazione Comunale, il Vicesindaco, Assessore Enzo Terrasi, a sottolineare l’importanza della collaborazione tra le Istituzioni di un territorio, in un percorso di integrazione in cui, svolgendo ciascuno il proprio ruolo, si contribuisce alla creazione di una rete di relazioni in cui i giovani devono sentirsi protagonisti. Il Vicesindaco ha sottolineato come l’impegno del recupero del patrimonio artistico abbia molteplici aspetti, non ultimo quando esso diventa simbolo ed oggetto di distruzione in occasione di conflitti internazionali, come i recenti tristi casi di Palmira.

Per il Liceo Artistico di Cefalù, volto ad affinare le competenze espressive degli alunni nei vari linguaggi artistici e ad utilizzare diversi materiali con varie tecniche, anche il progetto di cittadinanza è occasione per creare manufatti artistici assolutamente originali, pur partendo da stimoli esistenti. È il caso dello stemma del Nucleo Tutela del Patrimonio Culturale, reinterpretato nell’ambito delle attività laboratoriali di Design dei Metalli, grazie all’impegno dei professori Emilio Triolo, Carlo Arcidiacono, dell’Assistente di laboratorio Maurizio Ferrante, di collaboratori che variamente hanno dato il loro contributo e, soprattutto, grazie all’impegno dei ragazzi, che per molti mesi dei due anni scolastici scorsi hanno lavorato alla realizzazione di un’opera di grande pregio.

Proprio due di loro, Alice e Dario, che hanno conseguito il diploma lo scorso anno scolastico, sono stati presenti all’incontro, testimoniando ai ragazzi più giovani l’attaccamento alla scuola che hanno frequentato per cinque anni e le competenze artistiche conseguite.

Sono stati proprio loro a “svelare” lo stemma realizzato presso il Liceo Artistico di Cefalù.

L’opera è realizzata interamente in ferro, attraverso un meticoloso lavoro delle singole parti, utilizzando varie tecniche della lavorazione dei metalli, che sono state assemblate in una composizione unica arricchita dalla scritta “Carabinieri – Tutela Patrimonio Culturale” le cui singole lettere sono state realizzate in ferro battuto: un lavoro che recupera tecniche tradizionali, fatte di antica sapienza artigianale, in un percorso formativo che, pur orientato alle competenze del Design, non vuole trascurare la memoria degli antichi mestieri.

Molto apprezzata da tutti i presenti, l’opera sarà collocata negli Uffici di Palermo del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale.

Il Dirigente, Professoressa Antonella Cancila, consegna lo Stemma al Luogotenente Angelo Giovanni Busciglio

Presenti all’iniziativa, il Comandante Francesco Pagana e il Brigadiere Antonino Gugliuzza della Stazione dei Carabinieri di Cefalù, con la quale saranno sviluppati altri aspetti del progetto di legalità nel corso dell’anno scolastico.

Molto apprezzata dagli ospiti anche la visita dei locali del Liceo Artistico, alla presenza della fiduciaria di Plesso, professoressa Fortunata Luparello, in particolare degli attrezzati laboratori dei vari indirizzi di studio e della ricca collezione di opere realizzata nel corso degli oltre 110 anni di vita della scuola ad indirizzo artistico di Cefalù.

La referente del Progetto
                                                                                                                                                                  Rosalba Gallà



Commenti

Post nella stessa Categoria