Due milioni di euro per il restauro del duomo di Cefalù

Due milioni di euro per il restauro del duomo di Cefalù
26 febbraio 2020

Due milioni di euro per il restauro del duomo di Cefalù bene dell’UNESCO

Con il decreto del 6 febbraio 2020, l’assessorato regionale dei Beni Culturali e dell’Identità siciliana ha approvato due finanziamenti per il restauro del duomo di Cefalù.

I finanziamenti, pari a 2 milioni di euro, rientrano nel programma PO FESR 2014-2020 – Linea d’intervento 6.7.1 per “Interventi per la tutela, la valorizzazione e la messa in rete del patrimonio culturale, materiale e immateriale, nelle aree di attrazione di rilevanza strategica”.

I due milioni di finanziamento in due trance

Un primo finanziamento di 1 milione di euro prevede il restauro dei preziosi mosaici della Cattedrale, degli stucchi di Scipione Livolsi, così come dei monumenti sepolcrali, della Croce lignea quattrocentesca di Guglielmo da Pesaro e del secondo organo settecentesco La Valle.

Il secondo intervento, sempre di 1 milione di euro, invece prevede la sistemazione dei tetti e dei prospetti lato nord della basilica Cattedrale.

I lavori di restauro permetteranno una migliore fruizione delle bellezze artistico-architettoniche della Cattedrale della cittadina normanna, diventata nel 2015 Patrimonio dell’umanità.

“La Cattedrale è un bene inestimabile, il regalo più bello che Ruggero II ha fatto alla città di Cefalù e il convegno di sabato, a lui dedicato, ne è un importante riconoscimento – ha dichiarato Giuseppe Marciante, vescovo di Cefalù – il Duomo di Cefalù è un’opera unica, disponibile per essere ammirata, conosciuta e oggetto di studi e ricerche – ha continuato Marciante – frutto dell’integrazione di culture diverse, costruita da maestranze e operai di diversa matrice culturale. Speriamo sia sempre segno della cultura dell’incontro e mai segno di chiusura, scontro ed emarginazione”.



Commenti

Post nella stessa Categoria