Per lui la pandemia da covid è una fake news, invita i cittadini a uscire: sedato e sottoposto a TSO (Video)

8 maggio 2020

Per i legali si tratterebbe di un abuso: la questione adesso è finita in Tribunale e in Parlamento

E’ accaduto un paio di settimane fa a Ravanusa – prov di AG – un uomo in auto, con l’aiuto di un megafono, invitava i cittadini a uscire poiché – a sua detta – la pandemia non sarebbe esistita. Nel giro di un paio di minuti l’uomo è stato fermato, bloccato e sedato sulla pubblica via per essere poi condotto al vicino nosocomio di Canicattì ed esser sottoposto a Trattamento Sanitario Obbligatorio.

I legali del giovane contestano gravi e varie violazioni

“Sono stati violati gli articoli 21 e 32 della Costituzione, gli articoli 33 e 34 della Legge 833 del 1978 – afferma l’avvocato Musso – In particolare, è stato disposto un Trattamento Sanitario Obbligatorio per iniziativa diretta di un sindaco per una manifestazione non autorizzata condotta con un megafono per le strade del paese. Un’aberrazione giuridica che non resterà priva di seguito. Non sussistevano i requisiti di legge per il TSO e gli atti già acquisiti difettano di motivazione. La questione sarà oggetto di interrogazione parlamentare”.

Il commento del sindaco di Ravanusa

“A malincuore – ha dichiarato  Carmelo D’Angelo – ho dovuto disporre il trattamento per i segnali pregressi di instabilità mentale che l’uomo aveva manifestato. In precedenti occasioni, infatti, si era reso protagonista di azioni che hanno messo in allarme la comunità ravanusana e si era scagliato contro un carabiniere che lo aveva fermato in un posto di controllo e lui aveva bruciato la carta di identità”.



Commenti

Post nella stessa Categoria