Cefalù, collegamento con le Isole Eolie: il consigliere Augusto Cesare risponde a Lombardo

Cefalù, collegamento con le Isole Eolie: il consigliere Augusto Cesare risponde a Lombardo
4 giugno 2020

Riceviamo e integralmente pubblichiamo

Buonasera Davide, anch’io ti ringrazio per avermi ospitato sul tuo giornale telematico ed avermi consentito di dire la mia sul commento, pubblicato qualche giorno fa, dall’armatore concittadino  Mauro Lombardo.
La vicenda principale la “nuova tratta marina Cefalu/Eolie” inserita nel NUOVO PIANO REGIONALE DEI TRASPORTI MARITTIMI per il quinquennio 2021/2025.

E’ una decisione certa e sarà fonte di lavoro

Sulla crisi causata dalla PANDEMIA COVID-19 e sui riflessi che ha ed avrà sulla stagione Turistica locale e internazionale, sia in termini occupazionali ma anche e principalmente imprenditoriali in assenza di fondi perduti, sarà una catastrofe.
Mi permetto – Mauro – e ti invito a spronare non solo  me, a dedicare più tempo e in maniera compiuta sulla crisi delle famiglie dei lavoratori impegnati nel settore turistico che non troveranno lavoro, nonché sui  loro imprenditori.

Intanto vorrei far chiarezza sull’incontro del 21 maggio al porto di Cefalù, alla presenza gradita degli Assessori Cordaro e Falcone a cui si sono aggiunti la Capitaneria di Porto, il Sindaco, il suo Vice, l’Assessore Mancinelli , lo scrivente e i Consiglieri di opposizione Barranco, Greco e il loro Capogruppo Ing Piscitello, nonché tante altre persone, fra cui, alcuni operatori che lavorano al Porto.
LOMBARDO NON LE MANDA A DIRE 
Proprio a Mauro che critica in maniera aspra, sebbene nell’articolo scrive “che il suo intervento vuole essere un CHIARIMENTO, non polemico e a tutte le CHIACCHIERE (DA CAFFÈ AGGIUNTO DA ME PER IL TENORE DEL SUO INTERVENTO) che si sono dette sul collegamento della nuova tratta Cefalù /Eolie il suo intervento sembra di parte ed è anche riduttivo.
Difatti, alla nuova tratta non si dà, volutamente, la giusta rilevanza, tenuto conto che viene ripristinata dopo almeno due lustri. Una tratta che peraltro, è l’unica aggiunta, non si vuole sapere il perché, NEL PIANO REGIONALE DEL TRASPORTO MARITTIMO per il quinquennio 2021/2025 CHE NOTORIAMENTE È IL VALORE AGGIUNTO.
Sul bando che uscirà, secondo, Mauro a fine anno.
Gli anticipo che è già in lavorazione e penso che a breve sarà pubblicato.
SUL CARO AUGUSTO “NEMO PROPHETA IN PATRIA” rispondo che, Caro Mauro,  “è cosa rimarchevole, quando uno è lodato nella propria Patria da vivo”.
“Vorrei che i Consiglieri, che erano presenti al” Teatrino ” (mi ricorda Pirandello” il Teatro nel Teatro”) tornino ad occuparsi di cose concrete. Mauro cita ad esempio “la fruibilità immediata delle spiagge”.
A Mauro rispondo che condivido in pieno la sua istanza.
Gli ricordo che nell’incontro del 21 maggio (a detta dell’armatore facciamo  chiacchiere da Caffè) ci fu una richiesta esplicita all’assessore Cordaro (delega delle spiagge e comunque di tutto il demanio) è l’assessore Cordaro ebbe a dire che il Presidente Musumeci avrebbe deciso in questi giorni.
Non risponde al vero, invece, che i turisti domestici e i residenti , a detta del Lombardo, “si possono fare il bagno ma non posso soffermarsi sulla spiaggia”.
A conferma le immagini o che abbiamo visto tutti nelle tante riprese televisive, scattate in tanti arenili da Cefalù, a Mondello, a Castellammare e non per ultimo a San Vito Lo Capo erano abbondantemente affollate.
Non per ultimo quando Mauro Lombardo scrive in maniera offensiva rivolta ai Consiglieri  ” invece di leccare…. C   All’assessore Marco Falcone (prima di aprire la bocca, sul presente Consigliere nonché sull’Assessore Falcone ti invito, prima a pulirla, e  ad informanti di più sul grande spessore umano di Marco Falcone) a ciò aggiungo  una  mia semplice riflessione:
L’assessore è stato ritenuto REO di avere fatto approvare l’unica nuova tratta in più la Cefalù/Eolie.
A FORSE  DATO FASTIDIO ALL’INNOMINABILE?
RIFLESSIONI DELLA REDAZIONE
ORE 14 : PERCHÉ SOLO FALCONE E CESARE?
“Il commento di Lombardo, come previsto ha animato il dibattito e creato nuovi interrogativi.
PARAFRASANDO DAVIDE BELLAVIA ANCH’IO MI CHIEDO  PERCHÉ:FALCONE E CESARE?

Caro Davide I questi casi forse è meglio interpellare l’autore, Mauro Lombardo.

Aggiornamenti sulle spiagge libere: le proposte di Cesare Augusto

OGGI POMERIGGIO SI E’ TENUTA UNA RIUNIONE IN VIDEOCONFERENZA ALLA PRESENZA DEL PREFETTO, DELL’ASSESSORATO TERRITORIO E AMBIENTE E DI UNDICI SINDACI DELLA COSTA PALERMITANA COMPRESO IL SINDACO DI CEFALÙ.
Al riguardo una mia proposta da Consigliere del Comune di Cefalù che vuole solo essere da supporto.
                     ========
SPIAGGE LIBERE, COME ACCEDERE, NUOVE REGOLE  DA SEGUIRE PER EVITARE CONTAGI
PER STABILIRE LINEE GUIDA SULLA GESTIONE DELLE SPIAGGE LIBERE.
CHE LIBERE DOVRANNO RIMANERE
Visto l’approSsimarsi delle aperture degli STABILIMENTI  BALNEARI, dove REGOLE, anti Covid19, sono chiare adesso URGE parlare e decidere sul come gestire le spiagge libere spesso limitrofi ai lidi.
In effetti se teniamo conto dell’ultima Ordinanza del Governatore Nello Musumeci sul distanziamento, nell’evitare assembramenti nonché nell’uso di mascherine e quanto altro, obbliga la Prefettura, L’Assessorato Territorio e Ambiente e non per ultimo gli undici SINDACI coinvolti che, pur questi ultimi, non essendo responsabili diretti sulle misure di prevenzione da adottare, né tanto meno delle spiagge che demaniali, li obbliga, comunque,  ad assumere, insieme, delle decisioni importanti anti contagio.

La mia vuole essere un semplice contributo volto a garantire che gli afflussi dei bagnati siano ordinati, che ci siamo regole certe e chiare nel rispetto della sicurezza antiCovid19.

INTANTO, a mio modesto parere, LE SPIAGGE LIBERE andrebbero affidate ai LIDI (dotati di persone esperte di flussi di bagnanti) in maniera onerosa da parte della Regione, NON Onerosa, invece, per i cittadini e ciò di garantire a tutti anche a chi per scelta o perché non può affrontare i costi di un lido è messo in sicurezza e non ha l’onere di pagare nel posto dove risiede.
Al riguardo LE SPIAGGE andrebbero divise in LOTTI (da miei calcoli 7). In ogni lotto vanno previste un numero di POSTAZIONI delimitati con dei paletti (vedi la foto) che garantiscono le  distante dovute dalla legge  e vietano assembramenti.
Ad ogni lotto una scala d’ingresso, quest’ultime munite di un rivelatore dei passaggi dei bagnanti. Ogni lotto avrà una capienza ben definita dai paletti.
GLI ADDETTI, non devono sostituirsi alle FF. OO.   Devono, invece,  garantire l’accoglienza, il distanziamento, l’uso delle mascherine, di contro evitare gli assembramenti.
I lotti vanno minuti di docce e di un avviso all’ingresso delle cose che si possono fare rispetto a quelle che sono vietate scritte in maniera  chiara.
Consigliere Comunale

CESARE AUGUSTO



Commenti

Post nella stessa Categoria