Cefalù, tragedia sul Lungomare: annegato un bagnante

Cefalù, tragedia sul Lungomare: annegato un bagnante
21 giugno 2020

Cefalù 21 Giugno – Un bagnante sarebbe annegato nel tratto di costa antistante alla promenade cefaludese. Inutili i tentativi di soccorso prestati dagli operatori del 118. Non si tratta dell’unico caso di difficoltà in mare registrate oggi sul lungomare della perla del tirreno. Diverse le persone che sono state tratte in salvo nella giornata odierna. Il mare non proprio piatto e la penuria di controlli causati dalla solo parziale riapertura degli stabilimenti balneari hanno inevitabilmente fatto il resto.

Ore 18,30

Pericolo scampato, solo tanta paura per gli altri due bagnanti che oggi hanno affrontato il mare di Cefalù nonostante le condizioni meteo non proprio ottimali. I dispacci che davano uno dei due in gravissime condizioni o addirittura deceduto, fortunatamente, non hanno trovato conferma. Il bilancio per questa domenica d’inizio estate si ferma a un solo deceduto.
Di sicuro, in settimana si dovrà discutere sulla gestione delle spiagge e porre provvedimenti alla penuria di bagnini e soccorritori.

Ore 17,15

Il bagnante deceduto si chiamava Santo Durante, aveva 55 anni ed era residente a Santa Flavia. L’uomo avrebbe raggiunto l’arenile cefaludese a bordo di una vespa rossa su cui aveva lasciato le sue scarpe.

Ore 17

La Capitaneria di Porto di Cefalù che indaga sui fatti, al momento non può rilasciare alcuna dichiarazione. Non vi sono novità sulla seconda persona.

Ore 16,15

Il bilancio resta fortunatamente di una sola vittima e non due come erroneamente riportato in precedenza.
Restano critiche le condizioni del  secondo bagnante, fonti interne  lo descriverebbero ‘in fin di vita’.
La magistratura ha affidato le indagini alla locale Capitaneria di Porto, guidata del Comandante Antonio Virzì.

Ore 15,50

Interviene la Magistratura.  In spiaggia e in mare la situazione è insostenibile per bagnini e soccorritori. I bagnanti pare non vogliano sgomberare definitivamente lo specchio d’acqua nonostante i palesi rischi.

Ore 15,30

Accertata la morte di un bagnante: trattasi di un sessantenne residente a Santa Flavia (PA). La situazione in mare è particolarmente difficoltosa. I soccorritori hanno tirato fuori dalle onde il soggetto, cui è stato prestato soccorso anche con un defibrillatore – recapitato in loco dall’assessore Lazzara – ma non c’è stato nulla da fare. Si lotta invece per un secondo soggetto le cui condizioni pare stiano precipitando.



Commenti

Post nella stessa Categoria