Nubifragio si abbatte su Palermo: blackout, strade allagate ed automobilisti che escono a nuoto dalle vetture

Nubifragio si abbatte su Palermo: blackout, strade allagate ed automobilisti che escono a nuoto dalle vetture
15 luglio 2020

Aggiornamento 19:45

L’acquazzone che ha colpito Palermo ha fatto due vittime. Due persone sono rimaste intrappolate dentro l’auto in un sottopassaggio nei pressi di via Leonardo da Vinci. Intervenuti i sommozzatori dei vigili del fuoco ma non c’è stato nulla da fare.

Bomba d’acqua a Palermo: letteralmente sommersa parte della città, strade e abitazioni

Un violentissimo temporale si è abbattuto sul capoluogo siciliano trasformando in pochissimi minuti le strade in fiumi. Chiusi diversi sottopassi di viale regione siciliana ormai completamente allagati. Centinaia le richieste di soccorso. Allagato anche l’ospedale Buccheri la Ferla, infatti la zona di via Messina marine risulta tra le più colpite dal nubifragio.

La stazione meteo ha segnato un nuovo record per il mese di luglio

La stazione meteo dell’osservatorio Aatronomico ha registrato fino ad ora 79,4 mm, nuovo record per il mese di luglio nel capoluogo siciliano dal 1797 ad oggi. Circa 200 segnalazioni ai vigili del fuoco e alle forze dell’ordine sono arrivate nel giro di un’ora, anche da Mondello, dove molti bagnanti sono fuggiti dalla spiaggia per la pioggia. In molte zone manca anche la luce elettrica.

Situazione critica sulla circonvallazione e in diverse aree del centro storico

In viale Regione Siciliana,  i sottopassaggi totalmente invasi dall’acqua sono stati chiusi al transito alle 17. Un automobilista è rimasto impantanato nella strada allagata: l’uomo si è sentito male ed è stato soccorso da alcune persone. Scene da panico in tutta la circonvallazione: in molti casi le persone hanno abbandonato le auto e hanno dovuto letteralmente nuotare per mettersi in salvo.
Situazione critica anche in corso Re Ruggero e via Colonna Rotta, dove una famiglia che abita al piano terra ha chiesto l’intervento dei pompieri perché non riesce ad uscire dalla propria abitazione. In via Imera una ragazza è stata soccorsa dai sommozzatori dopo che l’acqua ha circondato la sua automobile ed è stata costretta a salire sul tettuccio per mettersi in salvo



Commenti

Post nella stessa Categoria