Cefalù, Rifiuti: il porta a porta non decolla e la spazzatura va lasciata agli angoli delle strade

Cefalù, Rifiuti: il porta a porta non decolla e la spazzatura va lasciata agli angoli delle strade
18 luglio 2020

La pulizia strade e la cura del verde  avvengono solo dopo aver segnalato il disservizio al sindaco

Stenta a decollare il porta a porta a Cefalù, così come le pulizie delle strade e del verde pubblico vengono eseguite a singhiozzo e spesso solo dopo aver proceduto a segnalare il disservizio al numero verde o direttamente al sindaco Rosario Lapunzina.

Eliminati  quasi tutti i cassonetti della città

I cittadini devono dunque  conferire l’immondizia in appositi luoghi, spesso agli angoli delle strade, in determinati orari e seguendo un calendario prestabilito. Ma spesso il servizio risulta carente. Per chi volesse conferire rifiuti  negli altri orari, restano a disposizione i centri raccolta – tutti fuori città tranne uno –  ma anche questi, cambiano spesso orario, tanto da disorientare il cittadino.

Presto potrebbe chiudere il centro raccolto sito in contrada Ogliastrillo

Ad affermarlo è Antonella Cipriano “il centro raccolta di Ogliastrillo presto sarà chiuso. Tolto il centro storico, gli altri quartieri della città sono sporchi e preda del degrado. Erba alta – aggiunge – cartacce e volantini la fanno da padrone, anche nelle strade appena adiacenti al centro”.

Cefalù coi rifiuti non va affatto d’accordo

L’anno scorso a seguito di un’indagine condotta dalle fiamme gialle, l’arpa e e l’asp, venivano messi i sigilli nell’isola ecologica cittadina sita in contrada Caldura, nei pressi di una scuola per l’infanzia. A dicembre dello stesso anno il sindaco – nonché presidente dell’SRR Palermo est – è stato deferito dalla procura di Termini Imerese per diversi reati ambientali. L’isola, è stata dissequestrata la scorsa primavera. Sul tema, Lapunzina ha affermato “L’erba cresce rapidamente perché non possiamo fare uso di diserbanti, tutto quel che mi viene segnalato viene tempestivamente risolto. Stiamo incrementando – aggiunge – le quote di differenziata e siamo proiettati verso la raccolta porta a porta in tutto il centro abitato.  Per il momento ci limitiamo ai fabbricati fino a quattro unità abitative. Sui volantini – conclude – lunedì prossimo emanerò apposita ordinanza che vieta il volantinaggio all’interno della città di Cefalù”.

*immagine di repertorio



Commenti

Post nella stessa Categoria