Regionali 2012: i candidati “nascosti”

Regionali 2012: i candidati “nascosti”
21 settembre 2012

Cefalù Web sta seguendo quotidianamente tutti gli avvenimenti che riguardano le prossime elezioni regionali del 28 Ottobre.

Oltre ad occuparci dei candidati mainstream, quali Musumeci, Crocetta, Miccichè, Fava, Cancelleri, ci siamo anche occupati di candidati “minori”, che fino ad adesso hanno trovato meno visibilità e meno preferenze ai sondaggi attuali. Si tratta di Mariano Ferro, Davide Giacalone, Lucia Pinsone e Cateno De Luca. A questo link http://cefaluweb.com/2012/09/14/regionali-cefalu-web-presenta-i-candidati-minori/ troverete una sintetica descrizione dei candidati e delle liste e partiti che li sostengono.

Adesso vogliamo presentare ai lettori, per dover di cronaca, quei candidati di cui, ci scusiamo in anticipo con loro, pochi sanno della candidatura.

Vediamoli ad uno ad uno.

 

Roberto Sauerborn

Si tratta di un architetto nato a Lipari che lavora alla Regione per l’Osservatorio sullo sviluppo sostenibile delle isole minori. E’ quindi candidato alla regione in qualità di rappresentante del movimento “Noi consumatori”. E’ anche rappresentante siciliano del movimento “Anti Equitalia”. E’ appoggiato, tra gli altri, anche da Angelo Pisani, uno dei legali di Maradona. Propone una politica che difenda i consumatori, in particolar modo contro le esagerazioni delle agenzie di riscossione crediti quali Serit ed Equitalia.

Gaspare Sturzo

Si tratta niente di meno che del pronipote del più famoso Don Luigi Sturzo. E’ candidato alla presidenza insieme alla lista “Italiani Liberi e forti”. Egli vuole riportare una moralità persa all’interno della politica e soprattutto all’interno della classe dirigente. Piuttosto che sui social network, sta basando la sua campagna elettorale tramite incontri faccia a faccia e nelle parrocchie. Sostiene che vanno combattuti con forza il clientelismo ed il sistema criminale e massonico.

Giacomo Di Leo

E’ il candidato per il Partito Comunista dei Lavoratori. Alla base del suo programma vi è la difesa dei servizi pubblici e dei posti di lavoro. E’ anche impegnato nel territorio contro il dissesto idrogeologico. Propone solidarietà alla comunità Rom ed una lotta studentesca contro il potere corrotto. Il suo partito, guidato a livello nazionale da Marco Ferrando, si basa sull’ideologia del Marxismo rivoluzionario e del Trotskismo.



Commenti

Post nella stessa Categoria