Studi in memoria di Nico Marino II edizione: 19-20 ottobre 2012

Studi in memoria di Nico Marino II edizione: 19-20 ottobre 2012
9 ottobre 2012

Anche quest’anno, con la II edizione degli “Studi in memoria di Nico Marino”, Cefalù ricorderà il suo celebre cittadino.

Programma dell’evento:

VENERDI’ 19 OTTOBRE 2012 – ore 16.15

Sala delle Capriate del Municipio di Cefalù, Piazza Duomo, Cefalù (PA)

 SALUTI

– Rosario La Punzina, Sindaco del Comune di Cefalù

– Antonio Franco, Presidente del Consiglio Comunale di Cefalù

INTRODUZIONE DEI LAVORI

Flora Rizzo, Presidente dell’Archeoclub d’Italia di Cefalù

DISCUSSANT

Vincenzo Abbate

INTERVENTI (6)

Marco Failla: I dipinti perduti raffiguranti i sovrani normanni nelle torri della Cattedrale di Cefalù.

Arturo Anzelmo: Note a margine sugli argentieri Nibilio e Giuseppe Gagini come metafora del tramonto dell’esperienza rinascimentale in Sicilia con appendice sui candelabri del Gonzaga a Cefalù.

Diego Cannizzaro: La tradizione musicale sacra a Cefalù.

Rosario Termotto: Schiavi e zingari nei paesi delle Madonie (1507-1672). Documenti inediti.

Vincenzo Abbate: “Inediti di Giuseppe Salerno a Polizzi”.

Giuseppe Spallino: Sotto il controllo del Duce. Le associazioni madonite durante il fascismo.

A CONCLUSIONE DEI LAVORI DELLA GIORNATA

Gabriele Marino e M. Antonella Panzarella Marino

_______________________________________________________

 

SABATO 20 OTTOBRE 2012 – ore 16.15

Sala Conferenze del

Polo Culturale di Santa Maria di Gesù

COLLESANO (PA)

SALUTI

Giovanni Meli, Sindaco del Comune di Collesano

Fausto Maria Amato, Assessore alla Cultura del Comune di Collesano

INTRODUZIONE DEI LAVORI

Flora Rizzo, Presidente dell’Archeoclub d’Italia di Cefalù

DISCUSSANT

Rosario Termotto

INTERVENTI (6)

Giuseppe Fazio:“L’altaro magiori cum la in imagini di marmora”. Riflessioni su alcuni arredi marmorei della Sicilia centro- settentrionale.

Salvatore Anselmo: Dipinti, sculture, intagli e stucchi nella chiesa di San Francesco di Petralia Sottana.

Angelo Pettineo: “L’inedito ruolo di Giovanbattista Vespa nell’impianto della città ideale: dalla rifondazione di Santo Stefano di Camastra (1683) alla ricostruzione di Catania (1694)”.

Tommaso Gambaro: La produzione ceramica di Collesano nel XVII secolo.

Salvatore Farinella: Matteo e Giuseppe Garigliano pittori gangitani del tardo Settecento. Un primo bilancio con una appendice su due opere inedite di Pietro Martorana e Raffaele Visalli.

Rosario Pollina: Bernardo Comella poeta caltavuturese dell’Ottocento.

A CONCLUSIONE DEI LAVORI

Gabriele Marino e M. Antonella Panzarella Marino



Commenti

Post nella stessa Categoria