Valtellina WebTaormina WebBlogSicilia

L’Ombra della Corte dei Conti sul Comune di Cefalù

L’Ombra della Corte dei Conti sul Comune di Cefalù
17 ottobre 2012

Non saranno inquietanti come quelle dei film espressionisti di Murnau, ma le ombre gettate dalla Corte dei Conti sulla situazione finanziaria del Comune rendono più grigio il futuro di Cefalù.

Ieri sera si è svolta una seduta del Consiglio Comunale tesa che ha visto, a tratti, alzarsi i toni.

Prima di passare al punto all’ordine del giorno, infatti, il Presidente del Consiglio Franco ha dato lettura di una comunicazione arrivata  da parte della Corte dei Conti. La nota aveva per oggetto il Rendiconto 2008, recentemente approvato dal Consiglio Comunale. Proprio in quel Rendiconto non sarebbero state apportate le necessarie misure correttive richieste, in precedenza, dallo stesso organo costituzionale.

Tale situazione, la mancata approvazione dei rendiconti del 2010 e del 2011, e la pesante situazione debitoria dell’Ente hanno portato la Corte dei Conti a fissare un limite di 30 giorni (15 novembre) entro i quali dovranno essere presentate delle misure idonee a far rientrare la situazione finanziaria del Comune nei parametri stabiliti. Qualora ciò non avvenisse la conseguenza sarebbe inevitabile: dissesto finanziario.

30 giorni per approvare il Rendiconto 2011, il Bilancio di Previsione 2012 e per predisporre il ripianamento della situazione debitoria: una corsa contro il tempo che, tra l’altro, potrebbe non essere sufficiente.

La difficile situazione è stata all’origine della tensione durante la seduta consiliare. Il motivo del contendere è stato essenzialmente uno. Da una parte la maggioranza ha sostenuto che i rilievi della Corte dei Conti sul rendiconto 2008 fossero dovuti al fatto che, nel momento in cui era stata scritto quella nota, mancassero al suddetto organo, per motivi temporali, elementi documentali che erano stati forniti da parte dell’Amministrazione. Il Sindaco Lapunzina si è dimostrato fiducioso circa il chiarimento della questione. Dall’altra parte, l’opposizione ha addebitato all’Amministrazione la responsabilità della comunicazione della Corte dei Conti a causa di inesattezze presenti nei “numeri” del rendiconto 2008.

Su tale argomento si è registrato un acceso confronto tra il Sindaco Lapunzina, il Pres. del Consiglio Franco ed il Consigliere Iuppa.

Alla fine si è proceduto all’approvazione del Rendiconto 2010: 11 favorevoli e 7 contrari.

Una nuova seduta del Consiglio è stata convocata per venerdì 19.

La corsa continua e nessuno sa dove porterà.

 

 

 



Commenti

Post nella stessa Categoria