Movimento 5 Stelle Castelbuono: in atto una strumentalizzazione emozionale in paese

Movimento 5 Stelle Castelbuono: in atto una strumentalizzazione emozionale in paese
5 febbraio 2014

Il MoVimento 5 Stelle Castelbuono in data 02/02/2014 nel corso dello svolgimento dell’evento “1° Brainstorming con i cittadini”, durante la discussione del 1° punto all’Ordine del Giorno sulla Sicurezza a Castelbuono, in 600_189826512seguito agli eventi nefasti che hanno colpito famiglie e aziende della nostra comunità. Ha deciso di sospendere l’evento e i successivi punti all’ordine del giorno per partecipare al Consiglio Comunale Straordinario indetto dalla maggioranza sul controllo e sicurezza del territorio nella medesima giornata alle ore 18:00. Poiché ritenevamo necessaria la nostra presenza per ascoltare ciò che avrebbero riferito, a seguito dei tragici eventi! Con sommo piacere siamo venuti a conoscenza che quel Consiglio Comunale sarebbe stato aperto agli interventi dei presenti! Pertanto anche il nostro attivista Daniele Di Vuono, in qualità di cittadino castelbuonese, ha deciso di intervenire per chiedere delucidazioni in merito al Piano d’Intervento del Comune di Castelbuono. Quale fosse lo stato dell’arte di tale piano, se il piano fosse mai stato testato, se l’applicazione del Piano d’Intervento sia da considerarsi applicabile anche ai  casi succitati. (Come ben sapete allo stato attuale, il nostro comune è soggetto, come da norme, all’intervento dei Vigili del Fuoco dei distaccamenti di Petralia o Palermo, ovviamente in tal senso non possiamo certamente parlare di “immediato intervento” a causa della distanza!)

Alle domande proposte è stata data la seguente risposta in merito. Ovvero che il Piano d’Intervento del Comune di Castelbuono non può applicarsi a tali casi. Poiché si occupa esclusivamente di eventi legati a calamità naturali! Che comunque, è intenzione dell’Amministrazione comunale richiedere un distaccamento dei Vigili del Fuoco o  pensare di installare un sistema di videosorveglianza da dislocare in tutto il territorio, grazie anche a contributi della comunità!

Noi in tal senso non riteniamo esaustive e sufficienti tali intenzioni. Ma abbiamo avuto l’impressione che in quel Consiglio più che discutere delle misure da intraprendere all’indomani, fosse più improntato (o quasi esclusivamente) a un volerne solo parlare! In sostanza, un occasione persa da parte della Maggioranza e (ahinoi) della Minoranza! Che a parte gli interventi dei Consiglieri Marguglio e Genchi, abbiamo trovato privi di quella solerzia tipicamente riscontrata all’indomani del incendio in C/da S.Giovanni, nelle parole dello stesso Capo Gruppo di Minoranza Giuseppe Fiasconaro espresse sia verbalmente che sui social network!

Chiudiamo con un ultima critica. Ovvero sul tentativo a nostro avviso di una “strumentalizzazione emozionale” nei confronti di coloro che hanno subito gli eventi nefasti di cui si è già lungamente parlato! Poiché un conto è esprimere la solidarietà, un conto è volere per certi versi obbligare a esprimerla sotto forme e a esclusivo indirizzo di alcuni (e lì per lì non di altri!) Perché a nostro avviso tutti i cittadini, le famiglie e le aziende colpite meritano la stessa forma di solidarietà! Poiché, riportando letteralmente le parole del Consigliere Marguglio “Questa amministrazione non deve dare alibi, alche si pensi che a Castelbuono vi siano “figli e figliastri”! La solidarietà è un concetto universale, e per tanto ci teniamo a sottolineare che non sposiamo e critichiamo l’idea di un fondo ad esclusivo indirizzo di chicchessia! Mentre prediligiamo a forme spontanee di solidarietà come quelle mosse da altri cittadini che nel loro intimo hanno già espresso ed esprimeranno nei confronti dei cittadini colpiti!
Inoltre comunichiamo l’intenzione da parte nostra di provare a dare vita a un iniziativa di discussione e creazione per una  proposta da presentare a questa amministrazione, di un piano di intervento particolareggiato per interventi su ambito locale. Che coinvolga non solo le autorità competenti, l’amministrazione i mezzi e le risorse esistenti, ma anche, le associazioni di volontariato della Protezione Civile e dei medesimi cittadini. Poiché riteniamo che non sia solo responsabilità di alcuni, ma un dovere di tutti!

Castelbuono lì 04/02/2014

MoVimento 5 Stelle Castelbuono


Commenti

Post nella stessa Categoria