M5S Castelbuono: “Bocciata la nostra proposta di affidare i ruoli scrutatori ai disoccupati”

M5S Castelbuono: “Bocciata la nostra proposta di affidare i ruoli scrutatori ai disoccupati”
30 aprile 2014

LOGO M5S CASTELBUONO_PICCOLOIl MoVimento 5 Stelle Castelbuono il 4 Marzo 2014 ha protocollato una proposta che successivamente è stata presentata all’OdG del Consiglio Comunale del 28 Aprile 2014 dal Presidente e dal Vice Presidente del Consiglio Comunale Gianclelia Cucco e Fabio Capuana del Gruppo Nuovo Centro Destra, che ringraziamo. Proposta avente come oggetto la possibilità di “Affidare il ruolo di scrutatori a disoccupati e soggetti economicamente disagiati”.

PROPOSTA CHE E’ STATA BOCCIATA

da tutti i componenti del consiglio comunale presenti ad eccezione dei proponenti Presidente e Vice Presidente del Consiglio. Nonostante dal Consiglio sia emerso che la proposta sia legalmente attuabile e molti comuni abbiano già deciso di applicarla, come sottolineato dagli stessi consiglieri Gianclelia Cucco e Fabio Capuana.

I consiglierei di maggioranza e minoranza intervenuti di contro, hanno cercato di arrampicarsi sugli specchi con motivazioni assurde e poco plausibili pur di non fare passare la proposta. Dal dibattito è emerso che la maggioranza vota contro poiché ritiene che i criteri, per privilegiare soggetti economicamente svantaggiati siano difficilmente individuabili. La minoranza invece, vota contro, non perché questa proposta legalmente sia inattuabile, ma per sola SCELTA POLITICA! Perché questa proposta proviene da una parte politica avversa come il Nuovo Centro Destra, ma soprattutto perché proviene da cittadini POPULISTI e DEMAGOGHI

…che approfittano del disagio della gente per scopi elettorali!”

Infine l’amministrazione nella persona del Sindaco Tumminello, ha sottolineato che nonostante l’intento nobile della proposta, non vi siano i tempi materiali per attuarla.

Pertanto noi crediamo che se vi fosse stata la volontà, si sarebbe individuato un criterio per selezionare gli scrutatori tra coloro che dimostrino di poter essere annoverati tra i soggetti economicamente disagiati. Si sarebbe potuto scegliere il reddito familiare come criterio, documentandolo. Si sarebbe potuto decidere di sorteggiare solo chi aveva un particolare status. Si sarebbe potuto applicare un metodo statistico che privilegiasse i soggetti con redditi bassi. Si sarebbe potuto fare e invece si è deciso di non far. Nessuno ha voluto lasciare spazio ad altre possibilità o future valutazioni. SI VOTA CONTRO E BASTA!Ma evidentemente ha ragione il Consigliere Genchi le nostre proposte sono frutto del momento politico che fa fare politica ai populisti, di cui forse a parer suo, non ne sono degni. Anche se non ci risulta che dalla attuale classe politica castelbuonese siano fuoriuscite proposte di rivoluzionaria natura per il benessere della comunità. Pertanto, checché se ne pensi, anche noi continueremo imperterriti a proporre idee che riterremo possano migliorare la condizione sociale ed economica dei cittadini castelbuonesi, che giudicheranno il nostro come il vostro, di operato.

“Post Scriptum”

Qualora vorreste farvi un idea completa di ciò che è stato detto in Consiglio Comunale sulla proposta succitata, potete vederlo ai link sottostanti a partire da 1 h e 42 minuti.

http://www.ustream.tv/recorded/46811051 (Consiglio Comunale del 28 Aprile 2014 – 1a Parte)

http://www.ustream.tv/recorded/46815285 (Consiglio Comunale del 28 Aprile 2014 – 2a Parte)

 



Commenti

Post nella stessa Categoria