Amici a 4 zampe: gravidanza isterica, tra ormoni e istinto…

23 ottobre 2017

Se vi è capitato di imbattervi nella vostra cagnetta che improvvisamente diventa malinconica, perde l’appetito e si comporta in maniera sospetta, nascondendo giocattoli e pupazzetti…sappiate che probabilmente state entrando nel tunnel della gravidanza isterica!

gravidanza istericaLa pseudociesi (da pseudos=menzogna e cièsis=gravidanza) o gravidanza isterica, non ha assolutamente alcuna implicazione emotiva: è piuttosto una anomalia su base ormonale che induce l’animale a comportarsi come se stesse per partorire, anche se non c’è stato accoppiamento.

Alla domanda “la cagnetta va in gravidanza isterica perché ha desiderio di maternità?” mi sento di rispondere: assolutamente no!

Cani e gatti non hanno coscienza della maternità, di solito neanche durante una vera gravidanza, pensare questo vuol dire attribuire ai nostri piccoli amici processi mentali tipicamente umani. Si capisce quindi perché non si previene la gravidanza isterica lasciando che avvenga l’accoppiamento; o meglio: si aggira il problema, che tornerà tale e quale al ciclo estrale successivo.

La gravidanza isterica sembra oggi verificarsi molto più spesso: può colpire dal 50% al 70% delle cagne e -in misura minore- le gatte non sterilizzate. Questo probabilmente perché è aumentata la lunghezza della vita media di cani e gatti domestici o forse oggi siamo più attenti che in passato alla salute dei nostri piccoli amici, quindi -semplicemente- vengono documentati più casi che nel passato.

gravidanza istericaI sintomi si manifestano solitamente un paio di mesi dopo la fine del calore. Possono essere di vario tipo: inappetenza, vomito, gonfiore e dolorabilità addominale; spossatezza. Si può avere anche una modesta secrezione mucosa vulvare ed un aumento di volume delle mammelle fino ad una vera e propria galattorrea, cioè la secrezione di latte dalle mammelle in assenza di gravidanza. 

Se i sintomi non scompaiono entro una decina di giorni, la nostra piccola amica potrebbe manifestare la cosiddetta “sindrome da accumulo”, ovvero dopo aver cercato un angolo tranquillo della casa (proprio come se stesse preparando una tana dove partorire), comincerà a nascondervi oggetti morbidi e giocattoli accudendoli come se fossero cuccioli immaginari.

Ma quali sono le cause della gravidanza isterica?

Il motivo principale -essendo una patologia su base ormonale– è la persistenza del corpo luteo che, durante la fase estrale, mantiene alti i livelli di progesterone (l’ormone della gravidanza); questo induce la secrezione di altri due ormoni: l’estradiolo e l’ossitocina (ormone della lattazione). La presenza di alti livelli ematici di questi ultimi inducono l’insorgenza dei sintomi che abbiamo descritto.

Un’altra spiegazione potrebbe essere che, andando la cagna in calore ogni 6-8 mesi, il corpo durante la fase estrale iperproduce progesterone che si mantiene a livelli alti per lunghi periodi.

Infine per quanto riguarda il cane un’altra causa, ha a che fare con l’istinto e la natura stessa di questo animale: Infatti nei canidi selvatici che vivono in branco, come alcuni lupi, gli estri sono sincronizzati, avvengono cioè in tutte le femmine contemporaneamente, questo perché essendo una sola femmina ad accoppiarsi, le altre femmine “zie” sono pronte a prendersi cura dei suoi cuccioli se le succedesse qualcosa. Perciò nei cani che vivono in branco si verifica spesso che una femmina partorisca e le altre si preparino alla lattazione pur non essendosi accoppiate: è un abile stratagemma della natura per assicurare una fonte di sopravvivenza in più ai cuccioli del branco se la madre morisse. Tra l’altro questo fenomeno si rileva spesso negli allevamenti.

Si capisce quindi perché una cagnetta in gravidanza isterica può tranquillamente allattare i cuccioli di un’altra.

Possiamo dunque definire la pseudogravidanza come un comportamento anomalo del corpo dettato a metà dagli ormoni e a metà dall’istinto. Si può -in un certa misura- prevenire il problema almeno nel caso del cane aumentando il tempo che passa insieme al proprio umano: un cane che si sente al centro dell’attenzione è sempre più equilibrato di uno che passa la maggior parte del tempo da solo. Può essere utile anche tenere un calendario delle fasi estrali per renderci conto di eventuali comportamenti anomali.

Nel caso di aumento di volume delle mammelle o secrezione lattea si possono, sia per i cani che per i gatti, effettuare impacchi tiepidi per limitare la dolorabilità e applicare all’animale un collare elisabettiano per evitare che, leccandosi, stimoli i capezzoli e quindi aumenti la secrezione stessa. I sintomi della gravidanza isterica dovrebbero risolversi naturalmente entro 10-15 giorni. Ma se questo non dovesse succedere o se i problema diventasse ricorrente dopo ogni estro, allora bisogna rivolgersi al veterinario che stabilirà se ci sia un aumento di volume dell’utero, un’infiammazione della mucosa uterina o una raccolta di liquido al suo interno, ricorrendo eventualmente ad un esame ecografico.

Il veterinario provvederà anche a somministrare una terapia: ormonale oppure antibiotica e antiinfiammatoria per ridurre un’eventuale infiammazione dell’utero. 

Tra i rischi connessi alla gravidanza isterica quello più grave è senz’altro la piometra ovvero la formazione di una raccolta purulenta nell’utero. In questo caso, o nel caso di pseudogravidanza ricorrente dopo ogni estro si deve considerare la sterilizzazione (ovvero l’asportazione chirurgica di ovaie ed utero) come terapia risolutiva. Naturalmente l’intervento chirurgico non può essere effettuato durante l’estro o mentre è in corso la pseudogravidanza: sarà il vostro veterinario ad occuparsi della terapia da effettuare e, di seguito, a stabilire il momento migliore per la sterilizzazione.  

Attenzione: questa rubrica ha carattere puramente divulgativo. Non può e non vuole in alcun modo sostituirsi alle visite ambulatoriali ne ai consigli del vostro veterinario di fiducia.

Dott.ssa Maria Concetta Cassata

https://www.facebook.com/Cefal%C3%B9Vet-Dott-Cassata-Maria-Concetta-578346192293119/



Commenti

Post nella stessa Categoria