Premiato il liceo classico G. Ugdulena per un progetto sullo sviluppo turistico del territorio

Premiato il liceo classico G. Ugdulena per un progetto sullo sviluppo turistico del territorio
20 maggio 2013

Gli studenti della classe II B del liceo classico G. Ugdulena di Termini Imerese si sono aggiudicati il premio ”Lo sviluppo locale che vorrei”, bandito da Articolo novantanove (Associazione degli ex Consiglieri CNEL) con il patrocinio di Unioncamere, di Fondazione con il Sud, di Aica e in partnership con ANP destinato a ragazzi di scuole secondarie di secondo grado. Coordinati dalla prof.ssa Francesca Caronna, i ragazzi hanno elaborato un piano di sviluppo dal titolo “Un turista al giorno…toglie il medico di torno”.  L’idea è quella di un progetto di turismo culturale da promuovere attraverso la digitalizzazione del patrimonio storico, archeologico e naturalistico di Termini Imerese e del comprensorio, con la creazione di App riguardanti tutte le bellezze ed i beni artistico- monumentali del territorio. Le attività di formazione previste riguardano percorsi di certificazione ECDL e stages linguistici all’estero per l’acquisizione di abilità linguistiche avanzate in lingua inglese e tedesca. L’obiettivo finale è la creazione di pacchetti turistici diversificati per fasce d’età e interessi, nell’ambito dei quali gli stessi studenti, attraverso percorsi di alternanza scuola-lavori, farebbero da ciceroni nel territorio.
La classe II B, classificatasi al primo posto per la provincia di Palermo, è stata premiata con buoni acquisto per dispositivi elettronici. Alla cerimonia che si è tenuta presso l’Aula magna del liceo classico lo scorso 17 maggio hanno preso parte il Presidente della Giuria Andrea Gianfagna, il Consigliere Salvatore Frisella, il Dirigente scolastico prof. Gianfranco Di Stefano, il Sindaco dott. Salvatore Burrafato, il dott. Angelo Cascino, presidente Imera Sviluppo. Il dirigente scolastico ha dichiarato: “il progetto sul turismo culturale e’ segno di interesse di questa Istituzione per le nuove problematiche del lavoro e dell’imprenditoria, a cui studenti e docenti sono sensibili portando avanti diverse attività, quali il Tg Magazine sulla questione Fiat e il corso di cultura di impresa promosso da Imera Sviluppo e dal consorzio Arca. Il premio attribuito alla classe IIB può solo rafforzare questo interesse e permettere ai nostri giovani di riflettere sulle problematiche delle nuove forme di lavoro”. Il sindaco Totò Burrafato nel complimentarsi con i ragazzi per il prestigioso risultato raggiunto ha evidenziato che “questo importante progetto segna l’avvio di una nuova consapevolezza dei giovani della nostra città che sono pronti all’imprenditorialità per frenare gli effetti della grave crisi che stiamo vivendo. Al contempo siamo convinti che la digitalizzazione del patrimonio culturale della nostra città può costituire sia un’opportunità per la sua promozione sia un’occasione per responsabilizzare le Istituzioni a garantirne la fruibilità”.



Commenti

Post nella stessa Categoria