Partirà il 10 maggio dal Museo Civico B. Romano una mostra itinerante dedicata all’artista Filippo Sgarlata

Partirà il 10 maggio dal Museo Civico B. Romano una mostra itinerante dedicata all’artista Filippo Sgarlata
30 aprile 2014

Sarà inaugurata il 10 maggio 2014 una mostra itinerante dedicata all’artista Filippo Sgarlata che si concluderà il 10 luglio.

L’itinerario museale “Percorso d’autore – La vita, le opere e il pensiero di Filippo Sgarlata”, è stato realizzato con il patrocinio dell’Assessorato Regionale dei Beni Culturali e dell’identità siciliana, del Comune di Termini Imerese e del Museo Civico B.Romano.

Il percorso sarà avviato alle ore 18.00 presso la Pinacoteca del Museo Civico “B. Romano”, per proseguire nella Sala Picta del palazzo Municipale e concludersi poi all’interno dell’abitazione dell’artista, adibita dai suoi eredi a Casa Museo. La casa, residenza dell’artista e della sua famiglia, è sempre stata luogo d’ispirazione per le sue opere. Per l’occasione, sarà resa accessibile al pubblico. Curatori dell’itinerario museale sono Roberto Fiorellino, Sergio D’Amore e Donatella Battaglia che per mesi hanno lavorato all’interno della casa messa a disposizione dagli eredi Sgarlata, in particolare dal nipote Fabio Sgarlata.

I curatori hanno ritrovato interessanti manufatti che documentano e approfondiscono l’attività dell’artista. Tali testimonianze pongono lo scultore al centro del dibattito culturale del secolo scorso. I contatti con le principali istituzioni del tempo, nazionali e internazionali nonchè il prestigio dell’operato artistico di Filippo Sgarlata gli è valsa la partecipazione a importantissime manifestazioni quali la Biennale di Venezia, la Biennale d’Arte Triveneta, l’Esposizione Internazionale della Medaglia Contemporanea di Roma, l’Esposizione Internazionale di arti plastiche e figurative Città di Messina, l’Esposizione numismatica e medaglia Città di Catania, l’Esposizione Numismatica e Medaglistica Ibero-Americana di Barcellona, l’Esposizione della Medalla Actual di Madrid, il Musée de la Chasse di Bruxelles.

Sgarlata è stato uno dei più grandi medaglisti dell’età contemporanea. Sul finire degli anni Quaranta partecipò a due prestigiosi concorsi legati all’arte sacra, uno per la porta in bronzo della Basilica di San Pietro in Vaticano, l’altro per la porta del Duomo di Milano. Entrambe le volte fu inserito nella rosa dei finalisti. In seguito realizzò quattro pannelli per L’Annunziata di Caccamo e un bassorilievo per la Cattedrale di Altavilla Milicia. La sua precedente partecipazione al concorso per San Pietro lo rese il candidato ideale per l’ideazione della porta mariana della Cattedrale di Palermo che  aprì i battenti nel maggio 1961. L’opera, voluta dal Cardinale Ruffini, rappresentava la consacrazione del popolo di Sicilia alla Madonna, una sorta di connessione tra la storia sacra e la realtà urbana. Negli stessi anni Filippo Sgarlata, grazie a prestigiose commissioni, realizzò pregevoli medaglie commemorative: il piatto in oro per l’Esposizione Filatelica Internazionale Sicilia ’59, la medaglia per le celebrazioni dell’Unità d’Italia, il Medagliere per la Repubblica di San Marino. Fu invitato in seguito, dalla Direzione della Zecca di Stato Italiana al concorso per le monete-medaglie celebrative del decennale della Costituzione; nel 1964 realizzò tre medaglie per la Repubblica di San Marino (S. Marino, S. Leo e Sant’Agata). Altre medaglie realizzò per l’Assemblea Regionale come quelle di Don Luigi Sturzo, del Cardinale Ernesto Ruffini e del Ministro dell’Interno Franco Restivo. Realizzò anche una medaglia dedicata al terremoto del Belice. Nel 1976 partecipò alla Rassegna del Sacro nell’Arte Contemporanea. Oltre alle opere presenti in numerosi luoghi, la casa con i bozzetti a matita embrionali, i calchi in gesso, sino alle opere finite ha svelato nel profondo l’arte autentica e originale di Filippo Sgarlata. Il progetto è infatti quello di far diventare la sua abitazione una Casa-Museo per rendere il dovuto riconoscimento a un artista che rappresenta una importantissima risorsa territoriale nel panorama artistico culturale nazionale e internazionale.



Commenti

Post nella stessa Categoria