‘Ntinna a mari. Nella 232esima edizione trionfa Domenico Brocato

‘Ntinna a mari. Nella 232esima edizione trionfa Domenico Brocato
6 agosto 2014

 

P1080048L’edizione 2014 della Ntinna a Mari si è conclusa con la vittoria di Domenico Brocato che per la prima volta riesce ad avere la meglio su gli altri sedici concorrenti, oggi quindici a causa di una defezione.
Il premio simpatia va a Francesco Machì che ha onorato la tradizione che vuole che almeno un concorrente si travesta prima di salire sul palo e così è stato dilettando il pubblico prima vestito da antico romano poi da marinaio.

Già nella passata edizione Domenico era arrivato vicino a prendere l’ambita bandiera di Gesù Salvatore senza però riuscirla a strappare dal palo che la sorregge ma è quest’anno che è riuscito a mettere il punto esclamativo con uno slancio poderoso,spettacolare, incosciente.

Che da solo ripaga tutti i presenti delle ore sotto il sole cocente, un atto di coraggio che ha radici ben più profonde di una semplice competizione sportiva.

Siamo alla fine del terzo tentativo, i favoritissimi Federico Provenza e il fresco di Guinnes World Record Antonino Papa sono andati ad un passo dalla bandiera senza però portare a termine il proprio obbiettivo, per poco non fa il colpaccio il giovane Roberto Brocato ma quando Domenico parte la sensazione che possa essere la volta buona è nell’aria.

P1070997“Pisellino”,così lo chiamano gli amici,sembra volare sul palo, quei tredici metri che separano la base dalla punta dello stesso, sembrano non voler finire mai, quando Domenico spicca l’ultimo balzo sembra che cali il silenzio per una frazione di secondo, è stupore, poi la bandiera cade, è la gloria.

Oggi dopo ben 232 edizioni alle spalle abbiamo la consapevolezza che i tempi siano in continuo divenire, è cambiata Cefalù, è cambiata la Marina, i concorrenti sono lontani discendenti dai primi iniziatori della tradizione ma sicuramente non è cambiato il valore che questo “gioco per marinai”, come lo descrivono le guide turistiche, ha per gli abitanti di Cefalù, forse, cosa più importante di tutte non è cambiata la gioia e l’orgoglio che il vincitore prova in quei momenti.

La ‘Ntinna a Mari non è uno sport, la ‘Ntinna a Mari non è folklore, l’Ntinna a mari è il cuore pulsante della tradizione cefaludese; c’è la passione, c’è l’ agonismo, c’è persino della sana rivalità che rende il tutto ancora più epico, alza la posta in gioco.

Definire l’Ntinna a mari un gioco è come definire il Palio di Siena una semplice corsa di cavalli, in palio c’è molto di più, nessun concorrente sale sul palo per divertirsi, tutti provano al massimo delle proprie possibilità di vincere o quantomeno arrivare il più lontano possibile, per se stessi, per gli amici, la famiglia, per rispettare chi gli ha ceduto il posto, per onorare i parenti che non  possono più svolgerla.

Giorno 6 Agosto è il giorno di festa per eccellenza per tutti i cefaludesi compresi coloro che hanno dovuto lasciare questa terra per cercare fortuna altrove, ebbene, il vincitore della ‘Ntinna a mari è il vero è proprio ambasciatore di costoro.
Oggi Domenico Brocato rappresenta l’essere cefaludese nel mondo.P1080056

 

Francesco Petrigna

 



Commenti

Post nella stessa Categoria