Trasporto pubblico tutto da rifare per il Comitato Pendolari

Trasporto pubblico tutto da rifare per il Comitato Pendolari
3 settembre 2014

Di nuovo pesanti critiche al sistema dei trasporti pubblici siciliani da parte del Comitato Pendolari. Dopo le scuse dell’assessore regionale Nico Torrisi ai numerosi turisti e pendolari costretti a viaggiare in autobus  in condizioni imbarazzanti da Portopalo a Catania, il Comitato si scaglia contro l’assessorato stesso è proprio – scrivono – l’assessorato regionale alle infrastrutture e alla mobilità che rilascia le concessioni alle aziende di trasporto e, spetta alla Regione pianificare e controllare l’operato delle aziende in concessione. “

Condizioni del trasporto pubblico, soprattutto ferroviario, che per i 60 mila pendolari che giornalmente si spostano per motivi di studio o di lavoro si fanno sempre più insostenibili: treni sovraffolati e non climatizzati nè d’estate nè d’inverno. “Il Dipartimento trasporti “4 Servizio Trasporto ferroviario”  – continua il Presidente del Comitato Pendolari Siciliani Giosuè Malaponti – viene informato dei disagi, così come la direzione regionale di Trenitalia, ma il Dipartimento trasporti non può fare altro che prenderne atto, in considerazione del fatto che la Regione Sicilia non ha ancora un Contratto di Servizio per il trasporto ferroviario nell’isola.”

Per metter mano, come ha promesso l’assessore Torrisi, alla razionalizzazione del trasporto pubblico siciliano occorre realizzare – conclude il Comitato – un nuovo Piano Regionale dei Trasporti e della Mobilità e per quanto riguarda il settore del trasporto ferroviario, deve prima di tutto chiudere sottoscrivendo l’Accordo di Programma per il trasporto ferroviario regionale con il Mit ed il Mef e subito dopo realizzare il Contratto di Servizio per il trasporto ferroviario. Accordo di Programma e Contratto di servizio che la Regione Sicilia non ha ancora sottoscritto e realizzato, tenuto conto che dal settembre 2009, siamo rimasti l’unica regione a non aver ancora questi strumenti e le indispensabili risorse finanziarie.”



Commenti

Post nella stessa Categoria