San Mauro a Teatro, via alla stagione degli spettacoli

San Mauro a Teatro, via alla stagione degli spettacoli
10 aprile 2019

Il comune di San Mauro Castelverde, in collaborazione con l’associazione culturale e teatrale L’Armonia di Cefalù, organizza la 1′ edizione de “La festa del teatro in montagna”. Sette opere teatrali che andranno in scena sul palcoscenico del Teatro Comunale, rimesso a nuovo per l’occasione. La stagione degli spettacoli avrà inizio il 13 aprile con “L’eredità dello zio canonico”, a cura dell’associazione “L’Armonia di Cefalù”. Il 27 aprile si replica con “Il malato immaginario” de “I teatranti instabili” di Capaci. Maggio sarà colmo di opere, con uno spettacolo ad ogni weekend. Il 4 maggio, sul palco, “U mortu è vivo” a cura de “L’allegra compagnia” di Cefalù. Si prosegue domenica 12 maggio con “La Marascialla” de “I tabula rasa” di Milazzo. Grandissima attesa, a seguire, per “A bedda pinsioni” commedia curata e realizzata dall’associazione culturale, teatrale e musicale locale “L’Eremo”, che andrà in scena il 18 maggio. Il mese di maggio si conclude con lo spettacolo “Uno, Manfredi e centomila” di Manfredi Liberto. La stagione si chiuderà con “Rewind-Il viaggio di sabbia”, spettacolo di Sand Art con Carlo Comito, unico artista al mondo a disegnare con la sabbia da bendato. Sono già in vendita i ticket per gli spettacoli, disponibili presso la Rivendita Tabacchi di Schimmenti Maria e la cartolibreria Abrakadabra di Maria Garofalo. E’ possibile acquistare i singoli biglietti per spettacolo o gli abbonamenti singoli e famiglia.

“La 1′ festa del Teatro in Montagna rappresenta una tappa fondamentale del nostro programma politico e amministrativo – afferma il sindaco di San Mauro dott. Giuseppe Minutilla – Dopo aver completato i lavori necessari per rendere il nostro teatro fruibile, inauguriamo la stagione teatrale per contribuire alla crescita sociale e culturale del nostro paese. Mettiamo questo contenitore a disposizione di tutti coloro  che vogliono cimentarsi nella nobile arte teatrale, ma anche di quelli che desiderano incontrarsi e sperimentare nuove esperienze culturali e artistiche. Il teatro è una grande forza civile perchè il luogo dove le persone si incontrano, perchè sconfigge la paura del diverso e dell’ignoto e raggiunge tale obbiettivo divertendo, commuovendo, suscitando emozioni. Quest’anno il cartellone artistico è composto da spettacoli di genere diverso che arricchiranno la mente e divertiranno. L’obbiettivo che vogliamo raggiungere rimane quello di avere una o più stagioni teatrali ogni anno, al fine di consentire anche a chi vive in montagna di poter vivere questa magnifica esperienza. Siamo convinti che l’offerta teatrale e culturale che proponiamo sarà accolta con soddisfazione dai nostri concittadini, la cui collaborazione è indispensabile e preziosa. Buon teatro a tutti, di cuore.”

Angelo Giordano



Commenti

Post nella stessa Categoria