Covid19, passi avanti sul vaccino: riscontri positivi su cellule umane

Covid19, passi avanti sul vaccino: riscontri positivi su cellule umane
4 maggio 2020

Notizie incoraggianti dal mondo della ricerca

Una collaborazione internazionale tra un’azienda italiana  – la Takis di Pomezia – l’Istituto Spallanzani e l’americana LineaRx. Numerosi test eseguiti nel laboratorio dello Spallanzani hanno dimostrato che gli anticorpi generati nei topi funzionano.
Luigi Aurisicchio – Ad della Takis – ha dichiarato che il “candidato vaccino” avrebbe già neutralizzato il virus nelle cellule umane.  “Grazie all’esperienza dell’istituto – afferma Aurisicchio – che dopo avere isolato il virus ha messo a punto un metodo per verificare l’efficacia dei vaccini e le molecole direttamente sul virus”.
“Per quanto ne sappiamo, siamo i primi al mondo ad aver dimostrato la neutralizzazione del coronavirus da parte di un vaccino. Ci aspettiamo che questo accada anche nell’uomo -aggiunge Aurisicchio – stiamo anche esplorando altre interessanti piattaforme tecnologiche in collaborazione con la LineaRx, un’azienda americana”

Gli aiuti alla ricerca italiana

“Noi ce la stiamo mettendo tutta perché un vaccino che nasce dalla ricerca italiana, con una tecnologia tutta italiana e innovativa, venga sperimentato in Italia e messo a disposizione di tutti. Per fare questo – ha precisato Aurisicchio – abbiamo bisogno del supporto delle istituzioni e di partner che ci aiutino ad accelerare il processo: questa non è una gara e insieme possiamo vincere tutti contro il coronavirus”.
Aurisicchio aggiunge: “I risultati ottenuti ad oggi sono incoraggianti e ben oltre le aspettative: dopo una singola vaccinazione, i topi hanno sviluppato anticorpi che possono bloccare l’infezione del virus Sars-CoV-2 sulle cellule umane“.  Sulle eventuali mutazioni del virus: “Stiamo già lavorando a un processo modificabile nel giro di poche settimane, qualora il virus accumuli mutazioni – ha Fabio Palombo – e diventi invisibile al sistema immunitario: lo stesso concetto che usiamo per sviluppare i vaccini contro il cancro”.



Commenti

Post nella stessa Categoria